15 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

Infopoint AISM, al San Filippo Neri un punto di riferimento concreto per le persone con Sclerosi Multipla e i loro familiari

Ha aperto al Presidio Ospedaliero San Filippo Neri della ASL Roma 1 l’Infopoint AISM. Si tratta di un punto informativo rivolto alle persone con Sclerosi Multipla e patologie correlate, come la Neuromielite ottica, ai loro familiari e ai caregiver. Sarà anche il luogo dedicato alla sensibilizzazione e informazione sulle tematiche connesse alla patologia – informazioni su certificati, riabilitazione, aspetti legali, supporto psicologico – proprio nel luogo dove l’intervento è ancora più necessario.
Il Centro Sclerosi Multipla del San Filippo Neri è, infatti, un Hub regionale abilitato alla somministrazione di tutte le terapie al momento disponibili per il trattamento della Sclerosi Multipla e a cui, ogni anno, si rivolgono circa 800 pazienti per effettuare le valutazioni cliniche e strumentali necessarie per la diagnosi e il controllo dell’evoluzione della malattia.
L’Infopoint si inserisce nell’ambito delle attività strategiche delineate nell’Agenda SM 2025, un documento dinamico redatto da AISM con il contributo diretto di oltre 4mila soggetti tra persone con SM e patologie correlate, familiari, caregiver, referenti istituzionali, neurologi, operatori socio-sanitari, volontari e soci AISM, che insieme hanno individuato priorità strategiche e azioni volte al miglioramento della qualità della vita delle Persone con Sclerosi Multipla e patologie correlate, rendendole sempre più protagoniste e valorizzando la loro partecipazione ai vari processi per una completa inclusione sociale.
“Ringraziamo sentitamente la dottoressa Maria Concetta Altavista, Direttore dell’UOC Neurologia dell’Azienda Ospedaliera San Filippo Neri, la dottoressa Elisabetta Ferraro, Responsabile del Centro Sclerosi Multipla dell’UOC Neurologia e la sua équipe, per aver accolto con favore ed entusiasmo la proposta di avvio di un Infopoint AISM, un servizio già sperimentato nel passato e che, oggi, viene ripreso grazie alla generosità e disponibilità di chi conosce profondamente la SM perché ad essa dedica il proprio impegno professionale quotidianamente. – dichiara Francesca Di Giovanni, Vicepresidente della Sezione Provinciale AISM Roma – Un progetto che ci permette di esercitare un’azione costante di dialogo con le Persone con Sclerosi Multipla, i loro familiari e i caregiver, e che si configura come l’inizio di una lunga strada da percorrere tutti insieme, il cui traguardo è quello di rendere migliore la qualità di vita delle PcSM e patologie correlate” – conclude Francesca Di Giovanni.
“Da molti anni il Centro Sclerosi Multipla di II livello del Presidio Ospedaliero San Filippo Neri ASL Roma 1 ha una proficua collaborazione con l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla”, dichiara la dottoressa Maria Concetta Altavista, Direttrice dell’Unità di Neurologia della ASL Roma 1. “Alla luce di questo rapporto più che ventennale ed essendo ormai superate le restrizioni per le attività in presenza connesse alla pandemia Covid, abbiamo potuto dare il via a un Infopoint gestito in presenza dai volontari AISM presso gli ambulatori di Neurologia che si trovano al III piano del padiglione A del San Filippo Neri. L’Infopoint sarà attivo tutti i giovedì, mattina e pomeriggio, a partire da oggi 29 febbraio 2024. I volontari forniranno le informazioni e le indicazioni alle persone con Sclerosi Multipla che vengono seguite presso il Centro”.
Ricordiamo che la Sclerosi Multipla è una malattia cronica che colpisce il sistema nervoso centrale e può causare disturbi molteplici e spesso non prevedibili che variano da persona a persona e possono coinvolgere la vista, il coordinamento degli arti, la sensibilità o l’equilibrio. L’informazione e la diagnosi tempestiva rappresentano un punto di partenza fondamentale per garantire una gestione adeguata della malattia. Attraverso esami neurologici, diagnosi e analisi di laboratorio è possibile adottare terapie farmacologiche che puntino a preservare e migliorare la qualità di vita dei pazienti, rallentando la progressione della Sclerosi Multipla e facilitando la gestione dei sintomi.

Ultimi articoli