16 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Scuole, bilancio di un anno. E dirigenti scolastici e insegnanti bravi e motivati

Nonostante gli “strafalcioni” agli esami di maturità 2023, esistono ancora buone scuole

Questo è stato l’anno del ritorno alla normalità per ogni classe e ordine di scuola: superata l’emergenza sanitaria, eliminate le mascherine, l’anno si è concluso ovunque con saggi, rappresentazioni, premiazioni come segno di un ritorno all’attivismo e al protagonismo degli alunni, che nelle scuole devono imparare “facendo”.

Come ogni anno, tanti sono stati gli “ scivoloni” degli alunni all’esame di maturità, con figuracce certamente dovute alla tensione: chi ha citato il titolo della famosa opera di Pirandello trasformandolo in “Uno, nessuno, Duecentocinquantamila”; chi ha visto nel poeta Gabriele D’Annunzio un “estetista” anziché considerarlo un esteta; per qualcuno il famoso quadro di Salvador Dalì,  “La persistenza della memoria”  è divenuto un’opera letteraria scritta da Marcel Proust, mentre l’autore della “Divina Commedia” è divenuto Garibaldi. Anche i docenti hanno avuto i loro momenti di imbarazzo quando, anziché valorizzare il percorso formativo e di crescita, le competenze e i talenti dello studente sono ricorsi a domande inutili di puro nozionismo come “il numero dei figli dell’artista Gustave Klimt”.

Un docente ha riferito che lui “è stato imparato”; ma non tutto o tutti sono da criticare. Per esempio, nel nostro comprensorio, i dirigenti scolastici hanno guidato i loro istituti con competenza, condividendo in rete informazioni, progettualità responsabilità. Nelle scuole dell’infanzia, primarie, medie e superiori di Bracciano, Manziana, Anguillara Sabazia, Trevignano, Cerveteri, Ladispoli, i dirigenti e i docenti si sono spesi nella realizzazione di progetti nel settore delle tecnologie e della robotica, della fisica e della matematica, dell’ambiente e degli scambi internazionali, dell’arte e della musica, del giornalismo e della scrittura creativa, dello sport, del cinema e perfino della critica cinematografica.

Un gruppo di allievi dell’I.C. di Manziana e Canale, preside la dott. Renza Rella, ha realizzato, con il progetto “Incontri visivi”, diversi cortometraggi, poi proiettati nel cinema Palma di Trevignano; lì, gli alunni hanno intervistato l’ospite d’onore, Niccolò Centioni, che iniziò a recitare da bambino; nell’ I.C. di Ladispoli, C. Meloni, il preside Riccardo Agresti, ha dato  il via alle “performances” musicali, mentre nel liceo “Ignazio Vian” di Bracciano, diretto dalla professoressa. Lucia Lolli, con la vittoria del premio “David Donatello – Giovani” continua la generazione di nuovi critici cinematografici.

Anna Maria Onelli

 

Ultimi articoli