22 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Seconda edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Bracciano

Il 2 e il 3 settembre a Bracciano si terrà la seconda edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Bracciano. L’evento si svolgerà in due luoghi della cittadina lacustre: nel pomeriggio all’Archivio Storico Paolo Giordano Orsini e la sera ai Giardini del lago. Le proiezioni delle opere sperimentali, di animazione e un videoclip si terranno nel luogo al chiuso in piazza Giuseppe Mazzini, 5 – dalle ore 16:00 alle ore 19:30 – e le proiezioni delle opere di finzione, documentari e un videoclip nel sito all’aperto in via del lago – dalle 20:30 alle 24:00 – alle quali si alterneranno incontri con autori e autrici. La Mostra, organizzata dall’associazione di promozione sociale Gasp, dal collettivo Papermoon – cinema dalla carta alla luna e da Cultura Movens, patrocinata dal Comune di Bracciano e dal Comune di Oriolo Romano, vedrà proiettate le 26 opere selezionate tra le 518 da ben 49 Paesi del mondo. Le opere selezionate internazionali provengono da Libano, Bulgaria, Macedonia, Bosnia Erzegovina, Iran, Islanda, Cina, Italia, Belgio, Croazia, Olanda, Portogallo, UK, Francia, Svizzera, Turchia, insieme a quattro opere italiane e una in coproduzione Italia e Bulgaria. In Giuria per la valutazione delle opere e l’assegnazione dei Premi la Professoressa Stefania Parigi, docente di storia, teoria e critica del cinema presso l’Università degli Studi Roma Tre; Edgardo Pistone, regista e sceneggiatore; Silvia Moras, docente e ricercatrice e Roberto Baldassarre, storico e critico del cinema. Sarà assegnato inoltre il Premio dalla Giuria Giovani, composta dagli studenti e dalle studentesse dei Licei di zona e il Premio della Giuria Popolare.

Alle proiezioni in lingua originale e sottotitolate in italiano seguirà la cerimonia di premiazione delle opere vincitrici.

Dalle ore 16:00, ai Giardini del Lago, la Mostra ospiterà gli stand espositivi di artigianato e produzioni locali.

Le opere in concorso sono:

FÁR di Gunnur Martinsdóttir Schlüter (Iceland) 5’/ Fairplayn di Zoel Aeschbacher (France/Switzerland) 17’/ North Pole di Marija Apcevska (Macedonia) 15’/ At a Glance di Ruud Satijn (Holland) 16’/ Old Tricks di Edoardo Pasquini e Viktor Ivanov (Italy/Bulgaria) 6’/ Land of upright people di Christian Carmosino Mereu (Italy) 104’/ Wall, the wall di Yusuf Ölmez (Turkey) 16’/ Le Roi David di Lila Pinell (France) 40’/ Idris di Bachir Abou Zeid (Lebanon) 15’ / Io di Antonio Michele Stea (Italy) 7’/ Pina di Jeremy Depuydt e Giuseppe Accardo (Belgium) 20’/ Garrano di Vasco Sá e David Doute (Portugal) 14’/ Shan Shan di Shen Gao (China/UK) 3’/ Dear Animal di Younes Kafashian (Iran) 9’/ Postcards from Mostar Created by Maja Zećo di Asad Herić e Roman Stolyar (Bosnia Erzegovina) 11’/ Neighbour Abdi di Douwe Dijkstra (Holland) 28’/ TargeT di Alix Delmas (France) 11’/ Alétheia di Eleonora Cutini (Italy) 11’/ Anaklia di Elisa Baccolo (Italy) 6’/ Where the sun sleeps di Pablo Dury (France) 39’/ Horror Vacui di Boris Poljak (Croatia) 24’/ The end of the world di Marco Locurcio e Stefano Cinti (Belgium) 4’/ Il disertore di Antonio Vezzari (Italy) 4’/ Daybreak* di Yaser Yari (Iran) 4’/ Knife, Chocolate* di Hooshmand Varaei (Iran) 15’/ Nahid* di Samad Alizadeh (Iran) 13’

*Daybreak, Knife, Chocolate e Nahid sono stati proiettati il 25 maggio, nell’ambito dell’evento speciale della Mostra dedicato al cinema iraniano al Cinema Palma.

https://mostracinemabracciano.com/official-selection-2023/

 

Marzia Onorato
Redattrice L’agone

 

Ultimi articoli