14 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Cerveteri, il sindaco firma l’ordinanza “anti-cinghiali”

“Anche a Cerveteri ed in particolar modo nelle zone di campagna e della Marina, sono numerosi negli ultimi periodi gli avvistamenti di cinghiali da parte della cittadinanza. A tal riguardo, nei giorni scorsi ho firmato un’ordinanza con la quale vengono elencate alcune attività preventive da adottare con lo scopo di prevenire ed eliminare possibili gravi pericoli per l’incolumità pubblica e per la sicurezza stradale.  Insieme alla fondamentale collaborazione dell’ATS – Ambito Territoriale di Caccia locale, abbiamo studiato insieme il fenomeno, cercando di predisporre un testo tale che possa mettere quanto più in sicurezza cittadini e territorio”. A dichiararlo è Elena Gubetti, Sindaco di Cerveteri, a margine della firma dell’Ordinanza Sindacale n.17.

È fatto divieto assoluto su tutto il territorio dare cibo a tutti gli animali selvatici, anche indirettamente attraverso l’abbandono in strada di alimenti e scarti alimentari. In caso di avvistamento di cinghiali, che siano soli o in branchi, è fondamentale mantenere una distanza di sicurezza minima di 50 metri.

Nell’ordinanza è ordinato inoltre a tutti i proprietari e conduttori di terreni confinanti o interne al centro urbano di provvedere alla rimozione di cespugli ed erbe infestanti, nonché a tenere una buona manutenzione di siepi e recinzioni, avendo cura di rimuovere ogni materiale di risulta.

Infine, a tutti i proprietari di cani viene fatto obbligo di condurre i propri animali al guinzaglio al di fuori delle aree loro dedicate.

“Si tratta di un’ordinanza che punta a dare delle indicazioni su come prevenire la presenza di cinghiali, ma anche su come tutelare la propria incolumità – ha dichiarato il Sindaco di Cerveteri Elena Gubetti – comprendo perfettamente che trovarsi improvvisamente davanti ad uno o più di questi animali possa spaventarci, ma l’invito è quello di mantenere la calma, di non tentare di scacciarli con gesti plateali e di allontanarsi immediatamente. Con l’occasione, ringrazio l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale Francesca Appetiti e il Signor Bruno Santi, esponente territoriale della ATC e nostro concittadino, che hanno lavorato alla stesura dell’ordinanza”.

Commenta la firma dell’Ordinanza Sindacale anche Francesca Appetiti, Assessore alla Sostenibilità Ambientale: “Non solamente divieti, ma anche uno studio approfondito sul fenomeno cinghiali. Sarà infatti nostra intenzione avvalerci della collaborazione di figure esperte del tema con le quali lavorare alla stesura di un piano di azione che avrà due obiettivi, quello legato alla gestione ordinaria, un percorso che coinvolgerà anche la Regione Lazio