28 Maggio, 2024
spot_imgspot_img

Pascucci: “Armonizzare gli istituti superiori, i ragazzi devono avere possibilità di scegliere indirizzo senza dover andare fuori città”

“In queste settimane ho incontrato tantissime genitori di ragazzi del territorio che dopo le scuole medie vorrebbero iscriversi al Liceo Classico, ma non trovando disponibilità nella propria città sono obbligati a pendolare verso Roma dove l’offerta è più ampia. Analogo discorso vale per chi vorrebbe frequentare il Liceo delle Scienze Umane, uno di quelli più richiesti in assoluto. Chiaramente non è responsabilità dei Dirigenti Scolastici, ai quali va il mio ringraziamento per il lavoro che ogni giorno svolgono per ragazze e ragazzi. Ma dati alla mano, sono solamente quattro gli istituti del nostro territorio che hanno al loro interno l’indirizzo classico e ancor meno quelli che nella propria offerta formativa hanno il Liceo delle Scienze Umane. Per questo mi sento di accogliere il loro appello a lavorare ad un’armonizzazione degli Istituti superiori del nostro litorale affinché nessuno sia più costretto a dover andare ogni giorno a Roma per frequentare l’istituto che maggiormente lo rappresenta”.

A dichiararlo è Alessio Pascucci, candidato al Consiglio Regionale del Lazio nella lista “Verdi e Sinistra” per Alessio D’Amato Presidente. “Quello degli Istituti Superiori è un tema che ho sempre avuto estremamente a cuore – ha dichiarato Pascucci – come Consigliere della Città Metropolitana mi sono impegnato con fatti concreti a far stanziare risorse importanti per le Scuole superiori di Cerveteri e Ladispoli per garantire interventi strutturali. In particolar modo penso all’Istituto Di Vittorio di Ladispoli, dove proprio grazie ad un mio emendamento in Città Metropolitana, verrà realizzata per la prima volta nella storia dell’Istituto la palestra scolastica. In Regione, intendo rafforzare il mio impegno, portando all’attenzione della nuova Giunta Regionale le istanze di ragazzi e genitori anche su questo tema. Il passaggio alle scuole superiori è l’ultimo step dei nostri giovani prima di entrare nel mondo del lavoro: è fondamentale garantire loro la possibilità di frequentare l’istituto che più desiderano il più vicino possibile a casa”.

Ultimi articoli