5 Marzo, 2024
spot_imgspot_img

I 50 anni di Roma capoccia (e non solo) festeggiati in barca lungo il Tevere con un concerto live di giovani musicisti romani

Una delle canzoni più belle dedicate a Roma compie 50 anni.

Esattamente nel 1972, infatti, fu incisa da Antonello Venditti la canzone Roma Capoccia. Un testo in realtà scritto quando l’autore aveva 14 anni.

Un atto d’amore verso Roma e insieme uno sfogo di rabbia in un momento delicato per l’artista adolescente.

Per fortuna, dopo averlo lasciato nel cassetto, Antonello Venditti riprende in mano quel foglio di carta un po’ ingiallito e lo presenta al Folk Studio per un provino. Negli anni la canzone diviene di fatto l’inno di Roma, un canto di rabbia e di amore insieme, che da allora passa di generazione in generazione.

“Vogliamo, celebrare nel nostro stile, i compleanni di alcune tra le più belle canzoni dedicate a Roma, nel cuore della città, e con la voce di chi allora non era nato. Un viaggio affascinante e   popolare lungo quel Tevere che accompagna i romani da millenni. Un passaggio di testimone per una città eterna davvero”, commenta Paolo Masini ideatore dell’evento e Presidente di Romabpa – Mamma Roma e i suoi figli migliori.

A bordo della Livia Drusilla, motonave della società L’altro Tevere, allestita a palco galleggiante, si ricorderanno alcuni di questi brani a partire proprio da Roma Capoccia con il Trio Monti, un gruppo musicale che lega in maniera sapiente la tradizione ai giorni nostri.

Si alterneranno poi artisti tutti nati dopo le canzoni che canteranno: Fedrix & Flaw  con Roma nun fa la stupida sta sera,  Tommi Quaranta con Grazie Roma, Drivin68 con  Tanto pe cantà , Sara Sarai con Porta Porteee  Hallyx con Via Margutta, Andrea Martucci con Semo gente de borgata.

Un vero e proprio “Ma io ce so’nato” che vola sulle generazioni.

L’appuntamento è per GIOVEDI  22 dicembre dalle ore 15  alle 17 con partenza dalla Romana Nuoto di fronte all’Ara Pacis lungo un percorso che arriverà a Castel S.Angelo per poi tornare al molo di partenza.

I romani potranno accompagnare il concerto viaggiante dal lungotevere, dai ponti che si incontreranno lungo il percorso e dalle banchine.

Ad accompagnare l’evento il giovane presentatore Riccardo Zianna insieme a Paolo Masini, all’artista e narratore di storie romane Dante Mortet e al critico musicale di Repubblica Felice Liperi, autore di “Storia della canzone italiana” e de “I padri di Rugantino”, saggio dedicato ai grandi impresari e parolieri romani Garinei & Giovannini, che ci prenderanno per mano e ci racconteranno la genesi delle canzoni e i periodi storici in cui nacquero.

Quanto sei bella Roma vede il contributo della Regione Lazio, la collaborazione dell’Istituto Centrale per i Beni sonori e audiovisivi del Mic, della Romana Nuoto e della rete di scuole Memorie. Una città, mille storie.

La realizzazione tecnica è affidata a St’Art Factory .

Testimonial social dell’evento Luca Barbarossa, Edoardo Vianello e Matteo Vespasiani speaker della A.S. Roma per Grazie Roma, la voce del promo è di Massimo Wertmuller.

Ultimi articoli