3 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Tra un mese lo switch off del digitale terrestre

Arriva una rivoluzione nella televisione italiana. Tra meno di un mese, il 21 dicembre, saranno infatti interrotte le trasmissioni sul digitale terrestre dei canali di Rai, Mediaset e altri broadcaster a bassa qualità basati sulla tecnologia MPEG-2 per consentire il passaggio al nuovo standard in alta qualità DVB-T2. Questa transizione, in inglese “switch off”, consentirà agli utenti di usufruire di canali in HD e di nuovi servizi, ma solo utilizzando televisori o decoder compatibili. L’impatto di questa novità tecnologica sul mercato televisivo sarà tra i temi al centro dell’“HDFI Innovation Day 2022”, la conferenza organizzata da HD Forum Italia (HDFI), l’organismo di filiera che riunisce ventisei aziende leader nel settore del broadcasting, dell’audiovisivo e delle telecomunicazioni. Questo evento, dal titolo “Verso un ecosistema audiovisivo 5.0: infrastrutture, servizi e tecnologie”, si svolgerà domani venerdì 25 novembre presso le Officine Farneto a Roma (via dei Monti della Farnesina 77) con la partecipazione di numerosi esperti e professionisti anche internazionali.

“Il confronto verterà su alcuni degli aspetti più rilevanti dell’evoluzione del sistema televisivo in Italia”, spiega Tonio Di Stefano, presidente di HDFI, “dal broadcasting lineare tradizionale alla crescente fruizione di contenuti on-demand, dal ruolo dei tradizionali operatori del settore televisivo a quello degli attori OTT (Over The Top), con sullo sfondo l’affermazione della ‘hybrid tv’ con i suoi nuovi sistemi di advertising”.

Il programma dell’“HDFI Innovation Day 2022” si aprirà domani alle ore 10 con l’inaugurazione di un’area dimostrativa per la presentazione di nuove tecnologie e applicazioni della tv. I lavori della conferenza inizieranno invece alle ore 14:30 con l’apertura del presidente di HDFI, Tonio Di Stefano (RAI), e un keynote speech di Antonio Arcidiacono (CTO & CIO dell’European Broadcasting Union) su “Communications Networks, Content and Technology”. Seguiranno poi tre panel, moderati dalla giornalista Mila Fiordalisi. Il primo panel riguarderà le prospettive di mercato dell’“Hybrid Tv”: si spazierà fra le varie forme di ibridazione broadband della tv, dalle applicazioni dello standard HbbTV (Hybrid Broadcast Broadband Tv) associate al broadcasting tradizionale fino all’OTT. Il secondo panel offrirà un focus specifico sui grandi eventi sportivi in tv, come le Olimpiadi estive e invernali oppure gli Europei e i Mondiali di Calcio. Il terzo panel affronterà invece il tema dello stato dell’arte del digitale terrestre e le sue prospettive da oggi al 2030 ed oltre. La conferenza si concluderà con una tavola rotonda, moderata dal giornalista Marco Mele, in cui si confronteranno operatori di rete, fornitori di servizi media audiovisivi e costruttori di hardware.

Ultimi articoli