16 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

Muore Stephen Hawking, l’astrofisico che studiò le origini dell’universo. Stasera il film “La Teoria del Tutto” su Rete 4

Muore nella sua casa di Cambridge a 76 anni Stephen Hawking, il genio astrofisico che elaborò la “Teoria del Tutto” e studiò le origini dell’universo. La notizia è stata data dalla portavoce della famiglia. Britannico, era malato di Sla, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, malattia che lo costrinse sin da giovane sulla sedia a rotelle ma che non fu in grado di oscurare la sua mente, una delle più eccelse del nostro secolo.

“Siamo profondamente rattristati per la morte oggi del nostro padre adorato – hanno scritto i suoi tre figli in una nota – E’ stato un grandissimo scienziato e un uomo straordinario. I suoi lavori vivranno ancora per molti anni dopo la sua scomparsa. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo essere brillante e al suo umorismo, hanno ispirato persone in tutto il mondo”.

Stephen Hawking, non solo scienziato ma esempio di vita

Non solo scienziato, cosmologo, fisico e matematico ma fu anche un grande esempio di vita: “Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa che è possibile fare, e in cui si può riuscire”. Celebri i suoi aforismi pungenti: “Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza”; “Einstein sbagliò quando disse: “Dio non gioca a dadi”. La considerazione dei buchi neri suggerisce infatti non solo che Dio gioca a dadi, ma che a volte ci confonda gettandoli dove non li si può vedere”. La sua vita ispirò il film biografico “La Teoria del tutto” diretto da James Marsh, dove lo scienziato è impersonificato dal premio Oscar Eddie Redmayne.

Un suo studente su Facebook ha salutato il suo maestro con affetto, oggi lo ricorda così:

“Remember to look up at the stars and not down at your feet. RIP Professor Stephen Hawking”

A.R.

Ultimi articoli