LAGONE

Prevenire le aggressioni: i consigli dei Carabinieri

Prevenire le aggressioni: i consigli dei Carabinieri
marzo 13
19:09 2018

Prevenire le aggressioni. Ogni giorno le forze dell’ordine lavorano per la sicurezza dei cittadini. Tuttavia, esistono delle modalità di comportamento che consentono di ridurre questo rischio. “L’analisi delle violenze, infatti, ha messo in luce la loro parziale prevedibilità – scrive in una nota l’Arma – Quindi, perché non giocare d’anticipo?”

Le regole del buonsenso

“Episodi di aggressione possono verificarsi a danno di ogni cittadino (anche se esistono categorie maggiormente a rischio) e in situazioni diverse (di luogo e di ora)” si legge sul sito dei Carabinieri. “L’aggressione è un atto di violenza, che può essere fine a se stesso oppure strumentale al raggiungimento di uno scopo preciso, come nel caso dello scippo o della rapina. Gli studi di analisi del fenomeno ne hanno messo in luce la parziale prevedibilità ed alcune circostanze facilitanti che, se note, possono essere evitate”.

 

Alcuni suggerimenti possono esservi d’aiuto:

  • evitate di camminare su strade isolate o, di sera, poco illuminate, e privilegiate i marciapiedi  più affollati;
  • cercate di evitare, nelle ore notturne, soprattutto se siete soli, di attraversare parchi e giardini;
  • evitate di sostare, soprattutto di notte, in luoghi appartati, sia soli sia in compagnia;
  • se l’auto è parcheggiata in un luogo isolato, prima di salire controllate che all’interno non vi sia qualche intruso;
  • se rincasate tardi, cercate, nei limiti del possibile, di farvi accompagnare da qualcuno che conoscete bene. Non fatevi mai accompagnare da sconosciuti, anche se si dimostrano particolarmente gentili e disponibili;
  • non salite in ascensore da soli con estranei che vi insospettiscono;  siate cauti nell’offrire o nel richiedere passaggi in auto a sconosciuti, soprattutto se siete soli o di notte o in luoghi isolati;
  • in caso di aggressione gridate il più possibile e difendetevi cercando di colpire, con tutta forza, le parti più vulnerabili;
  • ricordate che, prima di passare all’azione, l’aggressore osserva e seleziona le vittime, anche sulla base di alcuni particolari come i gioielli e l’abbigliamento eccessivamente elegante o vistoso;
  • rammentate che spesso le aggressioni avvengono nei sottopassaggi, soprattutto in orari di scarsa circolazione pedonale, e nei luoghi limitrofi alle stazioni ferroviarie delle grandi città.

A.R.

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI LUGLIO 2018!

Iscriviti alla Newsletter!