21 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

La poesia al Liceo Sandro Pertini: “Fiore del Cielo” premiata dall’EIP

Dopo le recentissime premiazioni relative al concorso per la valorizzazione dei diritti umani, promosso dall’EIP e al concorso “Ugo Fano”, bandito dalla casa editrice Superstripes Gattomerlino, di concerto con il CNR, il nostro liceo è riuscito nuovamente ad eccellere in un concorso nazionale.

Con la poesia “Fiore del Cielo” la studentessa Noemi Palmiero, classe 5A scientifico, si è classificata terza al “Premio Letterario Internazionale 2015 EUGENIA TANTUCCI”, bandito dall’Accademia Italiana di Poesia e dall’E.I.P Italia, d’intesa con la Maison Internationale de la Poesie Arthur Haulot de Bruxelles.

Questa poesia – spiega Noemi – intende far emergere l’urgere di una realtà che ci è sempre sotto gli occhi, ma che spesso non vogliamo affrontare. Le ali di un gabbiano, vittima, come la natura tutta, dei capricci umani, fungono da strumento per acquisire questa amara consapevolezza, per analizzare sotto una prospettiva più sensibile la situazione in cui ogni essere vivente inesorabilmente versa.

Questo il commento della giovane studentessa che lo scorso 10 dicembre, giornata mondiale ONU dei diritti umani, si è recata a Roma, insieme alla Preside del Liceo Pertini, la prof.ssa Fabia Baldi, per ritirare il meritato premio.

La cerimonia si è svolta nella Sala delle Conferenze della Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele II a Roma alla presenza di importanti personalità come Elio Pecora, poeta e scrittore, presidente della Giuria del Premio e Antonio Augenti, Consorzio Universitario Humanitas – Università LUMSA Roma.

Oltre al Liceo Pertini sono stati premiati il Liceo Scientifico M. Malpighi di Roma per il racconto “Il viaggio” ed il Liceo Scientifico Statale Principe Umberto di Savoia di Catania con il racconto “La bambina dal cappello con il fiore”.

Il premio, giunto alla sua quarta edizione, è stato intitolato ad Eugenia Tantucci, moglie del celebre latinista Vittorio Tantucci, nonché docente e preside che ha avuto due grandi passioni nella sua vita: la difesa dei beni naturali e culturali e l’amore per la diffusione della lettura e della poesia tra i giovani. Lo spirito e gli ideali della prof.ssa E. Tantucci hanno spinto questi giovani a scrivere poesie e racconti su temi coerenti con le finalità del Premio ispirato proprio ai valori che hanno animato sempre la vita e l’opera di Eugenia Tantucci.

Ultimi articoli