Civitavecchia: tornati da Malta gli studenti del ‘Galilei’

76

Nuova esperienza internazionale per gli studenti del Liceo Scientifico e Linguistico “Galilei”: i ragazzi, accompagnati dall’insegnante Nadia Ceccarelli, hanno trascorso una settimana sull’isola maltese di Gozo per uno stage di lingua inglese.

Il progetto nasce da una serie di contatti avviati dalla Dirigente Maria Zeno che nel mese di Aprile ha incontrato a Gozo il Ministro Anton Refalo, i colleghi presidi e gli amministratori comunali dell’isola, grazie alla collaborazione di Alessandro Battilocchio. Il gruppo di studenti ha quindi vissuto una full immersion nella realtà gozitana, con corso intensivo di inglese presso la “Iels school” di Ghajnsielem ed attività pomeridiane e serali alla scoperta delle bellezze dell’isola di Calypso: dalla Laguna blu alla Ramla Bay, dai templi megalitici alle Baie di Marsalforn e Xlendi, da Cominotto alla Finestra Azzurra, con un mare che è stato certificato come uno dei migliori d’Europa. Interessante anche l’uscita nella capitale Valletta, centro della vita politica ed amministrativa del piccolo Stato europeo ed a Paceville, tempio del divertimento giovanile e studentesco.

Al termine della settimana i ragazzi, oltre al diploma dalla scuola, hanno ricevuto un certificato di “Amici di Gozo” nel corso di una cerimonia ufficiale presso l’Aula Consiliare di Ghajnsielem, cui hanno partecipato il Sindaco Franco Ciangura, il suo Vice Kevin Cauchi, oltre ad Alessandro Battilocchio, nominato negli scorsi anni cittadino onorario dell’isola. I ragazzi, nel corso dei saluti ufficiali, hanno ringraziato gli amici maltesi per questa straordinaria esperienza in uno dei posti più caratteristici del Mediterraneo e torneranno certamente a visitare Gozo nel prossimo futuro.

Soddisfatta dell’esperienza la Dirigente Maria Zeno che ritiene importante, per il Galilei, la collaborazione avviata grazie ad Alessandro Battilocchio e dalla quale potranno nascere ulteriori sviluppi a vantaggio degli studenti e della loro competenza nella lingua inglese, oltre che nella conoscenza di un patrimonio naturale ed artistico così vicino alla comune identità mediterranea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui