26 Novembre, 2022
spot_imgspot_img

Civitavecchia: CGIL, CISL e UIL insieme per la Festa della Liberazione

Nel 70° anniversario, CGIL CISL UIL territoriali hanno promosso per il prossimo 25 aprile, a Civitavecchia una

Manifestazione non soltanto celebrativa ma finalizzata a difendere e riaffermare i valori e i diritti sanciti dalla

Costituzione nata dalla Resistenza e dalla Liberazione.

“Dopo 70 anni dalla Liberazione, a Civitavecchia – città segnata da una storia importante nelle lotte per il lavoro, contro il fascismo, per la riconquista della libertà e per la democrazia; città insignita dalla medaglia d’oro “al merito civile” e dalla medaglia d’argento “al valore militare nella guerra di Liberazione” – vogliamo dare vita ad una Manifestazione non solo celebrativa. In ragione degli attacchi in atto al lavoro e ai lavoratori, alla scuola, all’istruzione al sapere, vogliamo manifestare il 25 Aprile per riaffermare i valori ed i principi della Costituzione Italiana nata dalla resistenza e dalla liberazione  dal nazismo e dal fascismo. Vogliamo ripartire dalla difesa della Costituzione per il futuro dei giovani e del lavoro, del Paese del nostro territorio.” – dichiarano le organizzazioni.

“Senza memoria non c’è futuro” è un vecchio e proverbiale “detto” sempre attuale. Per questa ragioni queste Organizzazioni promotrici della manifestazione del 25 aprile annunciano, già oggi, l’intenzione di promuovere per il prossimo 14 maggio una giornata di ricordo e di mobilitazione della città di Civitavecchia.

Il 14 maggio 1943, Civitavecchia subì il più devastante bombardamento alleato che praticamente rase al suolo l’intera città ed il porto, mietendo tante centinaia di vittime. Dopo 72 anni da quei tragici fatti occorre non smarrire la “memoria”, ricordare cosa è stato e a cosa ha portato la dittatura, ricordare gli orrori della guerra da “ripudiare” sempre e ovunque, senza se e senza ma, come recita la nostra Costituzione.

Ultimi articoli