Sport. Travolgente inizio anno per la pallanuoto

265

Si ricomincia come si era finito. Il 2013 si era chiuso con due belle vittorie, il 2014 si apre con un trittico di importantissimi successi, che proiettano la pallanuoto anguillarese nei quartieri alti delle categorie Under 15, 17, 20.

La prima squadra a scendere in vasca è l’Under 15 di Angelo Ragno, che a fronte di una grande prestazione regola con un perentorio 11-4 la compagine del Centumcellae di Civitavecchia.

Inizio di primo quarto molto equilibrato, la sensazione è che le due contendenti prima di affondare i propri colpi e darsi battaglia a viso aperto vogliano studiarsi attentamente e di conseguenza trovare la tattica più idonea da adottare.

L’Anguillara si schiera a zona con la seguente formazione: Borsani, Vasselli, Marchetti (capitano), Ianniello, Fortebraccio, Tamburrini e Cordelli (vice capitano) mentre il Centumcellae imposta il proprio gioco cercando di sfruttare maggiormente le vie centrali.

Al primo affondo la compagine di Civitavecchia passa in vantaggio, ma per i tirrenici non c’è neanche il tempo di esultare che Marchetti ristabilisce immediatamente la parità. A metà del primo quarto i ragazzi di Mister Ragno ribaltano il risultato ancora con una splendida rete di Marchetti che da qui a breve diventerà il protagonista dell’incontro. Le corsie laterali sono dominio assoluto dei ragazzi di Anguillara, ogni ripartenza diventa un’azione pericolosa che, il più delle volte viene tramutata in gol dagli attaccanti. E proprio da una di queste ripartenze nasce l’azione che porta alla terza segnatura la compagine lacustre. Borsani, Marchetti, Cordelli e palla a Vasselli che lungo la corsia di destra supera un avversario e con un bel tiro dal limite batte il portiere ospite. La classe e la concretezza difensiva di Fortebraccio e le belle parate del portiere Borsani evitano il secondo gol ospite. Fischio dell’arbitro e chiusura primo quarto sul risultato di 3-1 Anguillara.

Il secondo periodo inizia con un paio di tiri della squadra tirrenica andati fuori di poco, e con un palo centrato da Marchetti in prossimità di metà tempo. Continui capovolgimenti di fronte con azioni pericolosissime da ambo le parti fanno si che la partita diventa bellissima. Un’azione travolgente di Daniele Tamburrini sulla fascia sinistra si chiude con un gran tiro che si spegne all’angolino basso della porta avversaria.  4-1 Anguillara. Un’altra azione insistita del duo Grassi Marchetti crea ancora grossi grattacapi al portiere avversario. Il tempo si chiude con la tripletta del solito Marchetti, oggi veramente spietato sotto porta, che firma la rete del 5-1 e con una bella conclusione di Ianniello che sfiora la sesta segnatura.

Il terzo quarto è il tempo degli errori, prima il rigore tirato sul palo da Marchetti e poi la seconda rete del Centumcellae, frutto di un passaggio sbagliato di Borsani che serve su un piatto d’argento la palla al centro boa tirrenico che solo davanti a lui non ha nessuna difficoltà a depositare il pallone in fondo alla rete.

Una menzione a parte merita la quarta rete personale di Marchetti (in ordine temporale va collocata tra il suo rigore sbagliato e il secondo gol ospite) che con un bellissimo pallonetto supera il portiere avversario e si prende gli applausi anche dei tifosi ospiti. 6-2 Anguillara

Il tempo si chiude con le urla del mister rivolte ai suoi giocatori per via delle troppe azioni sbagliate sotto porta che avrebbero decretato con largo anticipo la parola “fine” all’incontro.

Nell’arco del match l’allenatore dell’Anguillara ha impiegato tutti i ragazzi a sua disposizione senza che il gioco ne risentisse minimamente anzi, gli ultimi entrati, hanno dato freschezza e nuova linfa alla squadra in vista del rush finale. Sono entrati in ordine sparso Grassi, Buttò, Fraschetti, Ledda, Cotini e Conte. Nell’ultimo periodo Grassi ha preso il posto del portiere Borsani, salvando con un paio di straordinari interventi la propria porta. La rete di Vasselli (doppietta) e la cinquina personale di Marchetti, intervallate dal terzo gol ospite, nascono da precisi rilanci del portiere e da quelle famose ripartenze tanto care alla squadra anguillarese. Il sesto gol di Marchetti che, con un delizioso pallonetto deposita in rete la palla del 9-3, rilega ormai a ruolo di comparsa la compagine civitavecchiese. Negli ultimi minuti di gioco il Centumcellae mette a segno il suo quarto gol con un bel tiro dalla distanza, ma subito dopo Tamburrini e ancora Marchetti, al settimo centro, chiudono definitivamente l’incontro con due bellissime reti.

Prima della fine del match mister Ragno dedica a Marchetti, mattatore dell’incontro, una meritatissima standing ovation che consente a Maurizio di uscire dalla vasca tra gli applausi degli spettatori presenti in tribuna. Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la sonante vittoria della squadra di Anguillara per 11-4. La squadra anguillarese ha dominato la partita in lungo e in largo. Ha vinto l’incontro grazie al suo proverbiale gioco fatto di velocissime ripartenze sulle corsie laterali che hanno consentito la realizzazione di quasi tutte le reti segnate e hanno creato pericoli continui e scompiglio nella difesa avversaria. Il Centumcellae non è mai riuscito ad impensierire, tranne che in qualche rara occasione, la squadra lacustre.

 

IL PROTAGONISTA DELLA PARTITA

7 reti realizzate, agilità e concretezza, giocate da vero fenomeno, specialmente nella realizzazione dei gol segnati con 2 splendidi pallonetti.

La velocità, la potenza e la fantasia, questo è Maurizio Marchetti, un fuoriclasse agevolato e sostenuto dalla collaborazione di tutta la squadra. La naturalezza con cui si esprime in campo e la facilità di far gol fanno di lui un’arma micidiale contro le difese avversarie.

L’Under 20 di Mister Pellecchia espugna la piscina dell’Ede nuoto per 12-2 con una supremazia davvero imbarazzante. Già al secondo quarto, dopo la rete del 6-0, la partita era praticamente finita. Il terzo quarto vede una reazione d’orgoglio della squadra di casa che frutta 2 reti nel giro di pochi minuti. Nell’ultimo periodo la superiorità della squadra di Anguillara è davvero schiacciante, sei reti realizzate, tanti tiri in porta e diversi pali colpiti. Le 12 reti sono state messe a segno da: Biasiotti (3), Bettini su rigore (1), Bianchini (1), De Bartolomeo (1), bomber Fabeni (3), D’Angelo (2), Bernardini F. (1).

Il grande spirito di sacrificio profuso da ogni singolo elemento della squadra abbinato all’autorevolezza con cui affronta sempre l’avversario di turno e alla facilità ad andare in gol fanno della squadra anguillarese una vera e propria corazzata.

 

IL PROTAGONISTA DELLA PARTITA

La palma del migliore in campo questa volta spetta di diritto a Michael Caprioli che in difesa è stato un vero e proprio baluardo, riuscendo ad intercettare e strappare dalle mani dei giocatori romani un’infinita quantità di palloni…praticamente una saracinesca. Una citazione particolare va anche a Federico Bernardini che dopo la tripletta realizzata contro la Roma Accademy realizza un altro bel gol con un perfetto tap-in.

La classica ciliegina sulla torta la pone la formazione Under 17 di Mister Bombelli che con la netta vittoria contro i pari età del Colli d’Oro per 13 a 2 vendica la sconfitta subita dall’Under 15 nella prima giornata di campionato.

Anche in questa partita la superiorità della squadra di casa è stata schiacciante, le 13 reti segnate contro le sole 2 subite la dicono tutta sull’andamento dell’incontro.

Per la squadra di Anguillara scendono inizialmente in vasca: Giuliani (capitano), De Bartolomeo, Marchetti, Ciammetti, Grassi, Perrone, Colonna O.

Primo quarto molto equilibrato, diverse belle azioni da ambo le parti danno vita ad una partita molto divertente. Due legni colpiti da De Bartolomei e Ciammetti fanno da preludio al gol dello stesso Ciammetti che porta in vantaggio l’Anguillara.  A metà tempo De Bartolomei facendosi parare un rigore spreca malamente l’occasione del raddoppio. In questo periodo si rende particolarmente evidente il portiere Giuliani autore di notevoli parate che evitano il pareggio della squadra ospite. Il tempo si chiude con un’occasione mancata da Grassi e un tiro alto sulla traversa di Marchetti.

Il secondo quarto si apre con il Colli d’Oro alla ricerca del pareggio, ma dopo una traversa colpita dal n° 10 ospite, ecco puntuale arrivare il raddoppio di De Bartolomeo che segna riprendendo una palla che prima aveva colpito il palo. Non passa neanche un minuto che Oronzo Colonna realizza uno splendido gol su assist di Marchetti. Anguillara – Colli d’Oro 3-0. La reazione orgogliosa della squadra del Labaro procura diversi tiri verso la porta di Giuliani e un gol realizzato dal giocatore con la calottina n°10, fino a quel momento il più pericoloso della compagine ospite. Intorno al 4° minuto De Bartolomeo con un tiro dalla distanza centra ancora una volta il palo della porta avversaria e subito dopo Marchetti realizza la rete del 4-1 Anguillara. La partita diventa bellissima, i capovolgimenti di fronte si susseguono, tiri in porta da una parte e dall’altra danno intensità e vigore all’incontro. Dopo una traversa centrata sempre dal giocatore n° 10 ospite e un’azione spettacolare confezionata dal duo Bernardini A. Marchetti chiusa con tiro di quest’ultimo finito fuori di poco, ecco arrivare la seconda rete della squadra romana che così riesce a rientrare in partita. Il tempo si chiude ancora con un gol del solito De Bartolomeo su assist di Oronzo Colonna e con una gran parata del portiere Giuliani su un tiraccio scagliato da metà campo dal giocatore n° 3 del Colli d’Oro. Risultato parziale alla fine del 2° quarto:  Anguillara – Colli d’Oro 5-2

Dopo un buon avvio di terzo quarto la compagine del Labaro si spegne improvvisamente, prima l’espulsione del suo giocatore n° 3, con il conseguente rigore a favore della squadra lacustre realizzato ancora da De Bartolomeo e poi l’annunciato crollo definitivo con le quattro reti subite nello spazio di pochissimi minuti da: Marchetti, Oronzo Colonna, Simeoni (2). Due belle parate di capitan Giuliani chiudono il terzo periodo. Anguillara – Colli d’Oro 10-2. Il quarto tempo si apre con l’undicesima rete dell’Anguillara per merito di Marchetti (3° gol personale) che con un gran tiro scagliato dal settore destro della vasca batte inesorabilmente il portiere avversario. In questo momento il dominio della squadra di mister Bombelli è assoluto, sfiorano ancora il gol Tamburrini, Grassi, Cordelli e Simeoni. Giuliani, oggi sicuramente il migliore in campo, con una bella parata neutralizza un gran tiro scagliato dal giocatore n°4 del Labaro e ipnotizza lo stesso giocatore facendogli tirare fuori un rigore concesso dall’arbitro per un fallo commesso da Perrone in piena area.  Altre belle azione in ripartenza dell’Anguillara con A. Bernardini, Mariani e Simeoni  mettono ancora in grossa difficoltà la retroguardia romana, che si salva come può. De Bartolomeo (5° gol personale) e Simeoni (3° gol personale) chiudono definitivamente la pratica Colli d’Oro. Risultato finale: Anguillara – Colli d’Oro 13-2

La squadra di Anguillara, oggi in vasca con diversi ragazzi provenienti dalla categoria minore, ha disputato una signora partita non concedendo nulla all’avversario. Ha colpito come e quando ha voluto e ha dato una notevole dimostrazione di forza, ha messo in mostra un bel gioco grazie alla compattezza e all’unità di squadra che contraddistingue questi ragazzi, ha commesso si qualche ingenuità, ma soltanto a risultato acquisito.  Mister Bombelli nel corso della gara ha fatto giocare tutti i ragazzi a sua disposizione, alcuni di loro tra cui Marchetti, Fortebraccio, Grassi, Cordelli, Tamburrini, De Bartolomeo, Colonna Oronzo, e Giuliani hanno giocato anche le partite disputate in precedenza nelle categorie Under 15 e Under 20. Oltre al protagonista della partita del quale leggeremo più avanti, si sono messi particolarmente in luce il solito Andrea De Bartolomeo (l’implacabile bomber), Daniele Tamburrini oggi un treno sulla corsia laterale e Luca Fortebraccio che con la sua calma olimpica ha dato tranquillità e solidità a tutta la difesa.

 

IL PROTAGONISTA DELLA PARTITA

Il protagonista dell’incontro è stato senza dubbio Andrea Giuliani il capitano dell’Anguillara (il portierone, come da me simpaticamente definito), il giocatore che con le sue splendide parate toglie sempre le castagne dal fuoco alla propria squadra. Alcune sue paratone equivalgono a gol fatti che alla fine del campionato avranno il loro peso. E’ il giocatore su cui ci puoi sempre contare, la sua bravura e la sua tenacia gli sono valsi anche la maglia n° 1 della squadra Under 20.  Tre vittorie, 36 gol fatti e 8 subiti, questo dicono i numeri del bellissimo weekend appena trascorso, questo è il forte segnale che le squadre di Anguillara lanciano al campionato nei loro tre raggruppamenti.

Nel fine settimana, nelle due piscine (Poggio dei Pini Anguillara: Under 15/17 e Lanciani Roma: Under 20) dove si sono disputate le partite, c’è stata una notevole affluenza di pubblico (anche se la maggior parte dei tifosi è rappresentata da genitori e parenti) e questo la dice lunga su quanto questo sport considerato a torto “minore”, stia entrando piano piano nel cuore della gente e nelle vene degli stessi ragazzi.

Sergio Grassi

1 commento

  1. Grazie Sergio per il lavoro notevole che svolgi per le nostre squadre. Un grazie particolare per l’aspetto umano che risalta nei tuoi articoli; di questi tempi assume un valore doppio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui