Anguillara: partita la seconda fase del progetto “Un Volo sulla Sicurezza”

232
Una giornata luminosa, una temperatura accettabile, l’evoluzione degli aerei, la “ricreazione” sull’erba sono stati alcuni degli elementi che hanno fatto da cornice alla seconda fase del Progetto “un Volo sulla Sicurezza“, organizzata dall’ ASVUS (Associazione Sportiva Volo Ultraleggero Sabazia).
A partecipare all’evento l’associazione culturale no profit Lagone Nuovo, che sostiene fin dalle prime fase il progetto, gli organizzatori e i ragazzi.

Nella Club house dell’Aviosuperficie di Anguillara gli alunni di due classi elementari dell’Istituto comprensivo S. Francesco hanno appreso dai volontari della Croce Rossa le manovre di disostruzione delle vie aeree; in poche parole come liberare una persona dal cibo che impediva la respirazione. Anche le instancabili insegnanti si sono unite a loro nelle simulazioni sotto gli attenti e compiaciuti sguardi dei loro alunni.

Quanto interesse, allegria, meraviglia, attenzione e gioia nei loro sguardi!

Poco prima avevano seguito le istruzioni per effettuare una telefonata di soccorso all’ARES 118. Gli operatori hanno simulato un incidente e gli alunni hanno iniziato a prendere dimestichezza con un ipotetico “118” che dall’altro capo del filo chiedeva informazioni sull’accaduto per organizzare l’intervento di soccorso.

Quante domande e quante testimonianze dei bambini legate alle dimostrazioni!

Un’alunna ha poi riassunto le regole basilari di comportamento in acqua dopo un’attenta spiegazione dei pericoli da parte del Dipartimento Nazionale Emergenza in Mare.

Infine la Protezione Civile ha mostrato alcuni degli interventi fatti sul nostro territorio in occasione d’incendi, alluvioni e recupero di materiale storico danneggiato da calamità naturali.

 

Un volo sulla Sicurezza_4                                         Un volo sulla Sicurezza_3

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui