2 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Emergenze neonatali in sala parto, formati 60 operatori del San Paolo

Potenziare le competenze, acquisire le giuste tecniche teoriche e pratiche per una gestione ottimale delle emergenze neonatali in sala parto. Questo l’obiettivo del corso di formazione, iniziato mercoledì scorso presso la UOC di Pediatria del San Paolo, che ha visto coinvolti 60 operatori sanitari tra pediatri, ginecologi, ostetriche, neonatologi, anestesisti e rianimatori.
A formare gli specialisti della sala parto del San Paolo sono stati gli istruttori della Società Italiana di Neonatologia che si sono avvalsi di metodologie e tecniche avanzate che hanno permesso agli operatori di testare le proprie competenze, sia individuali che in team, e valutare la propria performance con vere simulazioni, tenutesi all’interno della sala parto. Sono stati utilizzati dei manichini controllati da un software capaci di simulare le più importanti funzioni vitali e di modificare il proprio stato a seconda dell’intervento dell’operatore sanitario, che ha così potuto testare le sue capacità su casi clinici specifici.


“ Il momento della nascita è un momento molto delicato e che può presentare criticità- ha spiegato il referente scientifico del progetto, il direttore della UOC Pediatria, Francesco Dituri – i nostri operatori vengono formati proprio allo scopo di essere in grado di intervenire nei casi di emergenza per rendere la sala parto un luogo sicuro”.
“ Per garantire un punto nascita sicuro e confortevole per mamma e bambino – ha commentato il Direttore Generale della ASL Roma 4, Cristina Matranga – è fondamentale che i nostri operatori siano pronti a governare ogni emergenza. Questa tipologia di corsi di alta formazione sono quindi a supporto dell’azione di rilancio del Punto Nascita che l’azienda sta portando avanti per garantire un percorso assistenziale di qualità e sicuro”.

Ultimi articoli