Stress e fatiche invernali: i benefici delle terme e della talassoterapia

Il periodo invernale sa come incidere sulla salute psicofisica della persona. Si tratta infatti di una stagione che porta dei cambiamenti profondi nelle abitudini dell’uomo, per via della minore quantità di ore di luce, ad esempio, o per la tendenza ad eccedere con vizi come la tavola e la sedentarietà. Noi oggi approfondiremo alcune informazioni relative al ricorso alla sauna e alle terme in inverno, e ai benefici di questi e altri trattamenti, come nel caso della talassoterapia, ideale per ricaricare le energie e riprendersi dalle fatiche invernali.

Perché scegliere le terme per ridurre lo stress e le fatiche invernali

Durante l’inverno le barriere immunitarie tendono verso un naturale indebolimento, ma ci sono alcuni sistemi utili per rafforzarle. Si fa ad esempio riferimento alle acque termali, la cui azione benefica consente alle difese del corpo di ristabilirsi e di potenziarsi, rigenerando l’organismo e offrendo una risposta migliore contro virus e batteri. Ovviamente i trattamenti a base di acqua termale giovano molto anche alla cute e ai capelli, dato che contrastano la formazione dei radicali liberi, e dunque frenano l’invecchiamento cellulare, con la loro azione antiossidante. Bisogna poi considerare che le acque termali sono ottime anche perché purificano la pelle, ed aiutano ad eliminare gli strati di cute morta, favorendo così la crescita dei nuovi strati sottostanti.

In conclusione, va sottolineato che queste acque hanno anche delle spiccate proprietà antibatteriche e aiutano a far brillare la cute, ringiovanendola. Seguendo questa linea, una menzione speciale la merita anche la talassoterapia, che approfondiremo meglio nel prossimo paragrafo. Si parla di un trattamento a base di acqua marina progettato per sfruttare al massimo il potenziale degli oligoelementi, regalando diversi benefici al corpo umano.

I benefici della talassoterapia contro alcune patologie della cute

Sono numerosi i benefici ottenuti dalla talassoterapia, soprattutto per quel che riguarda il benessere della cute. Per prima cosa, i trattamenti a base di acqua marina aiutano a drenare i liquidi in eccesso, come quelli che si accumulano negli arti inferiori, semplicemente passeggiando dentro l’acqua di mare. Inoltre, aiutano a contrastare la cellulite e a migliorare la tonificazione dei muscoli, per merito delle sostanze che si trovano all’interno dell’acqua marina, dagli oligoelementi ai fanghi e alle alghe. La talassoterapia, poi, sembra essere di notevole aiuto anche a chi soffre di malattie o infiammazioni della pelle. Per riuscire a tenere sotto controllo il più possibile alcune patologie cutanee, però, bisogna in primis capire nel dettaglio di che cosa si tratta, a partire dall’origine del problema. Per questo motivo, solo quando si sarà compreso il vero significato del termine “dermatite”, attraverso la lettura di alcuni approfondimenti ad hoc, o ancora, cos’è davvero la psoriasi, per citare un’altra opzione, si potrà pensare di ricorrere ad alcuni trattamenti benefici come la talassoterapia, perfetta per ridurre tali problematiche.

Infine, i trattamenti a base di acqua di mare aiutano a purificare la pelle eliminando le tossine, e dunque si rivelano ottimi anche per alleviare i dolori articolari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui