Quirinale, siamo alla quinta votazione: il centro destra si conta

Gli elettori del centro destra stanno votando il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, come è stato deciso dal vertice dei leader.

Salvini ha convocato i capigruppo e i dirigenti della Lega, prima di approfondire la situazione con i segretari dei partiti di centrosinistra.

Anche Berlusconi si schiera per la seconda carica dello Stato:

“Io conosco Elisabetta Casellati da oltre 30 anni e posso garantire sulla sua assoluta adeguatezza a questo eventuale nuovo ruolo super partes. Per tale motivo mi rivolgo ai parlamentari di tutti gli schieramenti, per chiedere loro di sostenere Casellati”

Soddisfatta Giorgia Meloni che da tempo chiede di andare in Aula con un candidato proposto dal centro destra.

Idem Coraggio Italia, che con il suo presidente dice:

“Voteremo Casellati. Non abbiamo paura di niente”

E Toti:

“Non mi sembra un atto cosi’ eversivo: vediamo se ci saranno i voti in Parlamento”

In caso di non elezione di Casellati  si andrà al sesto scrutinio, che avrà inizio dalle 17.

Molti commentatori sostengono che questa mossa del centro destra è per verificare i consensi: nel caso fossero inferiori alle aspettative, ad esempio 400, allora si riaprirebbe la danza delle consultazioni incrociate.

Tutto il centro sinistra critica questa mossa, e ha deciso di astenersi, con Letta che continua a ripetere che occorre sedersi e individuare insieme un nome che raccolga un largo consenso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui