Gran Bretagna. Batosta per Boris Johnson, perde il seggio che era dei Tory da 200 anni

321

Il premier è in bilico: una fetta del partito gli ha già votato contro e la sconfitta alle suppletive del North Shropshire può segnare la fine della carriera già messa in crisi da Covid e scandali

Sconfitta schiacciante per i conservatori del premier britannico Boris Johnson alle elezioni suppletive in un collegio elettorale mai perso in precedenza, un risultato che solleva seri interrogativi sulla sua leadership. Secondo i risultati ufficiali diffusi oggi, la candidata liberaldemocratica Helen Morgan ha vinto con il 47% dei consensi, quasi 6.000 voti di vantaggio sul candidato conservatore, Neil Shastri-Hurst, nel collegio di North Shropshire, nel centro del Paese, che è stata una roccaforte dei Tory per 200 anni.

La sconfitta può essere un colpo9 fatale per la carriera di Boris Johnson: l’altro ieri un centinaio di deputati del suo stesso partito aveva votato contro le norme da lui volute sul Covid. Segno evidente che la fronda tra i Tory è ormai incontrollabile. Inoltre i recenti scandali immobiliari e delle feeste a Downing Street in stretto lockdown stanno minando sempre più la credibilità del premier, che rischia di cadere sul Covid come su Brexit prese le redini del partito e del governo dopo la sconfitta elettorale per la premier Theresa May.

(Avvenire)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui