Roma, piazze a numero chiuso e vie dello shopping contingentate: l’ipotesi per contenere i contagi in vista del Natale

99

L’obiettivo è contenere i contagi in vista del Natale

Piazze a numero chiuso, vie del centro e quelle più frequentate per lo shopping contingentate e transennate: è l’ipotesi allo studio per Roma, con le nuove misure che potrebbero essere introdotte in vista del Natale come avvenuto lo scorso anno.

Se ne discuterà nelle prossime riunioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. Tra le ipotesi sul tavolo, secondo quanto si apprende, potrebbero esserci transennamenti nelle principali vie dello shopping e accessi contingentati nelle piazze più frequentate della Capitale.

Percorsi anti assembramenti nelle strade dello shopping, controllati dalle forze dell’ordine – con l’ausilio di steward messi in campo dagli stessi commercianti – per salvare il periodo natalizio e non fermare quella ripresa che sta fornendo ossigeno e al settore terziario, dopo lunghi mesi di difficoltà dovuti alle restrizioni per la pandemia. Il piano per le festività natalizie era partito dall’appello lanciato da Confcommercio Roma. La richiesta dell’associazione di categoria rispecchia i timori di tanti operatori che, dopo aver visto la luce in fondo al tunnel, guardano al rialzo dei contagi delle ultime settimane.

Con il terrori di possibili nuove limitazioni, che infliggerebbero un colpo mortale a tanti esercizi. Si pensa allora a organizzare interventi “a soffietto” su piazze storiche e luoghi della movida – come è già successo a Trastevere e a Monti – e dello shopping, utilizzando contapersone e sbarramenti che limitino gli assembramenti. Il modello attuato lo scorso anno in via del Corso, da largo Goldoni, potrebbe dunque essere rispolverato. E già in questa settimana ci sarà un piccolo banco di prova: il “black-friday” che potrebbe fungere da test per un possibile piano natalizio.

(Il Messaggero)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui