La strategia vaccinale e la terza dose nell’Unione Europea 

59

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, è probabile che i decessi totali in tutta Europa per COVID-19 supereranno i 2 milioni entro marzo del prossimo anno.

La Commissione europea afferma che le persone completamente vaccinate abbiano meno probabilità di morire di COVID-19 rispetto ai non vaccinati.

Così Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea: “Quando guardiamo ai tassi di ospedalizzazione e mortalità, quello che vediamo è che abbiamo una pandemia di non vaccinati, quindi rimane la nostra priorità rimane quella di continuare con le vaccinazioni”.

Le statistiche della Commissione Europea degli ultimi 14 giorni dimostrano esattamente questo…

In paesi come l’Irlanda, dove il 93% della popolazione è completamente vaccinato, il numero di decessi per 1 milione di persone è di 15. Mentre in Bulgaria, che ha vaccinato completamente solo il 29% della sua popolazione, il tasso di mortalità per 1 milione di persone è di 325.

Dice Yves Coppieters, Epidemiologo dell’Université libre de Bruxelles: “Con la variante Delta vediamo che l’efficacia dei vaccini nelle persone infette è inferiore a quanto ci aspettavamo. L’efficacia è ancora molto buona per prevenire casi gravi e morte. Questa è un’ottima notizia. ma per quanto riguarda le infezioni vediamo che i vaccinati contribuiscono anche alla circolazione del virus, anche se contribuiscono meno di una persona non vaccinata”.

La protezione vaccinale sta iniziando a diminuire, cosa che sta spingendo molti paesi europei a chiedere ai suoi abitanto di sottomettersi a una terza dose.

(Euronews)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui