8 Febbraio, 2023
spot_imgspot_img

I Cugini di Campagna contro i Maneskin: “Ci stanno imitando, basta copiarci”

La band anni ’70 si sfoga sui social contro il look che Damiano e i suoi hanno sfoggiato a Las Vegas nel concerto dei Rolling Stones. Poi “fate qualcosa di meglio” e pubblicano la cover di “Zitti e buoni”

I Cugini di Campagna contro i Maneskin. E’ questo l’inaspettato e piuttosto pittoresco scontro che si sta consumando sulla scena musicale italiana: nessun dissing, per dirlo nel gergo rap, ma un attacco che la band anni ‘70 ha sferrato frontale sui social. Il post “incriminato” dopo l’esibizione dei Maneskin a Las Vegas con mezz’ora di show travolgente sul palco insieme ai Rolling Stones.

“I Maneskin si sono esibiti negli USA, prima dei Rolling Stones, imitando, nel vestire I Cugini di Campagna. Basta copiare i nostri abiti” – si legge sul profilo del gruppo pop musicale nato a Roma nel ‘70. Sotto accusa il look sfoggiato da Damiano e i suoi: maglia a strisce, pantaloni a righe. Chiaro omaggio e richiamo alla bandiera degli Stati Uniti. Non per I Cugini di Campagna: per loro i Maneskin, sulla cresta dell’onda del successo mondiale, li hanno imitati. Anche Nick Luciani, nei suoi dieci anni da voce del gruppo, una volta si è vestito così. Come lui innumerevoli artisti hanno scelto le stelle e le strisce.

Ma I Cugini di Campagna rilanciano, c’è addirittura la cover di “Zitti e buoni”: il brano con cui i Maneskin hanno vinto l’ultimo Sanremo. “Fate qualcosa di meglio come noi – la provocazione dei Cugini – abbiamo fatto con la vostra Zitti e buoni”.

(RomaToday)

Ultimi articoli