2 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Rifiuti, lunedì 8 novembre c’è sciopero. Ama: “Garantiti i servizi minimi”

A causa della mobilitazione, “potrebbero verificarsi – si legge ancora nel comunicato – disagi agli sportelli destinati alle pratiche della tariffa dei rifiuti”

Le organizzazioni sindacali nazionali del comparto pubblico e privato di igiene ambientale hanno indetto uno sciopero per l’intera giornata dell’8 novembre al quale hanno aderito anche le segreterie delle organizzazioni sindacali territoriali Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uil-Trasporti e Fiadel di Roma. Ecco perché la raccolta dei rifiuti, per lunedì, sarà a rischio.

Ama, in accordo con i sindacati, ha fatto saper di aver attivato le procedure per assicurare durante lo sciopero i servizi minimi essenziali e le prestazioni indispensabili ossia il pronto intervento a ciclo continuo, la pulizia mercati, la raccolta rifiuti prodotti da Case di Cura, ospedali, caserme, comunità recupero tossicodipendenti e anche la pulizia – compreso lo svuotamento dei cestini – di alcune aree di interesse turistico-artistico e museale del Centro Storico.

A causa della mobilitazione, inoltre, potrebbero verificarsi disagi agli sportelli destinati alle pratiche della Tariffa dei rifiuti allo sportello di via Capo d’Africa 23/B, a quello in via G. Amenduni a Ostia e quello in via Mosca 9.

È interessato dallo sciopero, con le stesse modalità, anche il settore funerario, limitatamente ai lavoratori a cui si applica il CCNL del comparto di igiene ambientale. Anche in questo caso saranno comunque garantiti i servizi minimi essenziali.

(RomaToday)

Ultimi articoli