28 Novembre, 2022
spot_imgspot_img

Giunta Gualtieri, settimana decisiva: ecco i nomi più caldi

Il neo sindaco starebbe pensando a tecnici per bilancio, rifiuti e lavori pubblici. Madia possibile vice.

Sarà una settimana decisiva per la composizione della giunta Gualtieri. Dopo un week end di riflessioni e di relativo riposo, il lavoro del neo sindaco entrerà nel vivo. Previsti una lunga serie di incontri con i partiti più piccoli della coalizione, ognuno dei quali reclama il proprio spazio e il rispetto delle promesse post primarie. Legato a questi incontri è lo stop delle giunte municipali, all’interno delle quali potrebbero trovare spazio pezzi di coalizione difficilmente accontentabili a livello centrale.

In particolare i Verdi reclamano l’assessorato alla transizione ecologica; Demos, con Paolo Ciani, non ha nascosto le proprie mire per il sociale. Sociale che fa gola anche a Sinistra Civica Ecologista che si accontenterebbe però anche di quello alla Casa. C’è poi Roma Futura, con Giovanni Caudo che non batte i pugni sul tavolo, ma il cui movimento si aspetta un riconoscimento. Difficilmente con la giunta si riuscirà ad accontentare tutti. Ecco perché le altre caselle da riempire e le giunte municipali potrebbero diventare decisive.

Per il ruolo di presidente d’aula sono in salita le quotazioni proprio di Giovanni Caudo. Il professore di RomaTre difficilmente verrà collocato all’Urbanistica, mentre per i lavori pubblici sono tante le candidature. La collocazione alla guida dell’Aula, ruolo di assoluto prestigio, spegnerebbe anche le candidatura di Maurizio Veloccia e Svetlana Celli, entrambi a questo punto destinati ad altri incarichi.

Per la Celli si fa sempre più forte la voce di una candidatura per la vicepresidenza della Città Metropolitana, ruolo che la vedrebbe in primo piano anche da un punto di vista mediatico: ricordiamo infatti che sindaco della Città Metropolitana sarà Roberto Gualtieri il quale però lascerebbe gran parte del lavoro alla vice. Per Maurizio Veloccia invece due strade: o un ruolo di assessore, ai lavori pubblici, o quello di capogruppo dem.

Per il ruolo di vice prende corpo il nome di Marianna Madia che potrebbe gestire le deleghe relative al personale e gestire gli affari istituzionali, tenendo le fila dei rapporti con il Governo. In discesa le quotazioni di Beatrice Lorenzin. La presidente del comitato Gualtieri sindaco avrebbe espresso più di una perplessità nell’entrare in squadra.

Per la cultura sono in crescita le quotazioni di Pino Battaglia, storico collaboratore del ministro Dario Franceschini. Per la Mobilità Eugenio Patanè, consigliere regionale, è in pole position, ma è insidiato da Paola De Micheli, già compagna di Governo di Gualtieri e avvistata più volte al comitato di via Portonaccio. Il suo nome era stato proposto anche per i lavori pubblici, ruolo che però dovrebbe andare ad un tecnico (Maurizio Pucci in pole). Tecnici anche per il Bilancio (in pole Silvia Scozzese) e per i rifiuti (Laura Melara).

 

Per il verde forte è il nome di Sabrina Alfonsi. A Sport, turismo e grandi eventi dovrebbe andare invece Alessandro Onorato. Possibile anche il ritono al commercio di Marta Leonori, attuale consigliera regionale e già apprezzata in quel ruolo durante la giunta Marino.

(RomaToday)

Ultimi articoli