SINISTRA ITALIANA: PER MARCO CROCICCHI SINDACO

144

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Sinistra Italiana che motiva il proprio sostegno a Marco Crocicchi, individuando i punti salienti in lavoro di squadra e partecipazione dei cittadini per lo sviluppo sostenibile:

“per l’ambiente e per il nostro territorio, per il nostro lago e per l’acqua che sono proprietà di tutti (beni comuni), per la gestione virtuosa dei rifiuti, per la solidarietà e coesione sociale, per nuovi stili di vita”.

 

SOSTENIAMO CON GRANDE CONVINZIONE L’ELEZIONE DI MARCO CROCICCHI

Le due giornate di ballottaggio coronano un lungo percorso, che ha rappresentato quella forte discontinuità indispensabile per il nostro futuro, in grado di assicurare lo sviluppo sociale ed economico coerente con le sfide locali e globali che abbiamo di fronte.

Oggi, al termine di una bellissima campagna elettorale, possiamo fare un rapido consuntivo.

  • È stata ribaltata la logica, per noi deleteria e antistorica, che ancora prevale in molte formazioni politiche e nelle menti di tanti, quella della forte personalizzazione, dell’affidarsi all’uomo al comando: la forza non è nel singolo “leader” ma nella squadra.
  • E’ stata indicata – potremmo dire “predicata” costantemente – una visione, nuova per la cultura locale prevalente, del modo di amministrare: la partecipazione dei cittadini.

Si parla molto di partecipazione, spesso confusa con la “trasparenza”, salvo poi rinnegare anche la semplice “informazione”: è ciò che rispecchia, appunto, la visione personalistica e centralistica, per la quale non bisogna disturbare il conducente, perché la situazione è complessa e occorre decidere, senza ostacoli; e la partecipazione, quella vera, è vista come un enorme ostacolo. Noi, insieme a Marco, pensiamo l’esatto contrario.

E’ l’esatto contrario perchè problemi complessi si affrontano entrando nella complessità, coinvolgendo i vari attori, abbandonando la logica del comando (“command and control”), puntando sulla partecipazione.

Una situazione complessa è fatta di tanti singoli problemi, di tante singole esigenze che spesso appaiono inconciliabili, perciò generando il caos.

Ma, come ci ha insegnato il premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi, quello che noi vediamo caos è la complessità di un sistema che non riusciamo a comprendere: guardando bene, anche i sistemi caotici si autogovernano, attraverso interazioni fra i vari soggetti che costituiscono l’”insieme caotico”, i quali “partecipano al governo del caos”.

La società di oggi, sempre più complessa e attraversata da contraddizioni, si governa soltanto entrando nella complessità: questa è la partecipazione, in cui i cittadini – le singole molecole del sistema complesso – diventano soggetti attivi.

  • E’ stato costruito un programma bello, ambizioso ma credibile, che individua azioni e obiettivi all’interno di una visione che condividiamo: quella dello sviluppo sostenibile, per noi cruciale.

Dopo la Conferenza sull’ambiente e lo sviluppo delle Nazioni Unite, tenutasi a Rio nel 1992, dopo i vari documenti scientifici pubblicati nel corso degli anni dall’IPCC che hanno evidenziato la progressiva crisi climatica, e dopo i fallimenti delle varie conferenza sul clima, dopo 30 anni ci ritroviamo con l’esplosione di tutte le contraddizioni: è aumentata esponenzialmente la depredazione di risorse del pianeta, l’ambiente è sempre più inquinato da veleni vari prodotti dai processi industriali e dall’uso dell’energia fossile, la concentrazione di CO2 in atmosfera ha rotto l’equilibrio climatico, le ingiustizie e gli squilibri sociali e sono sempre più acuti.

Sviluppo Sostenibile vuol dire assumere tutto ciò, affrontare – per superarle – le contraddizioni  ponendo al centro la partecipazione dei cittadini, la qualità della vita, la tutela dell’ambiente e dei “Beni Comuni”.

Pensare globale, agire locale” è la sintesi del messaggio della Conferenza di Rio, e anche noi a livello locale possiamo fare la nostra parte: per l’ambiente e per il nostro territorio, per il nostro lago e per l’acqua che sono proprietà di tutti (beni comuni), per la gestione virtuosa dei rifiuti, per la solidarietà e coesione sociale, per nuovi stili di vita.

Per tutto questo chiediamo di votare al ballottaggio Marco Crocicchi, un giovane svincolato dalle alchimie partitiche che avvelenano la vita pubblica, convinto delle proprie idee, leale e pieno di entusiasmo.

Sinistra Italiana – Lago di Bracciano, 15 Ottobre 2021

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui