Sagra delle Castagne di Soriano, gran finale con Vojola d’oro e Corteo Storico

43

La contrada Trinità, con il cavaliere Fabio Porchianello e l’arciere Fabio Bibiani, ha vinto il Palio 2021 della Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino, la grande manifestazione-storico rievocativa d’autunno in corso nella cittadina della Tuscia con un’edizione – la cinquantaquattresima – in versione ridotta a causa dell’emergenza sanitaria. Infatti, la giostra che ha visto protagonisti arcieri e cavalieri delle quattro contrade si è svolta a porte chiuse, in località Campo Giannotti, ed è stata trasmessa in streaming sulla pagina Facebook della manifestazione.

I vincitori della Trinità, che hanno primeggiato sugli altri tre rioni (Papacqua, Rocca, San Giorgio) per la diciottesima volta nonché per il sesto anno consecutivo, hanno ricevuto in premio il palio dipinto dall’artista Michelangelo Valenti. Il Palio è stato commentato dal giornalista Roberto Parnetti, toscano di Arezzo, che da anni collabora con importanti giostre, quintane e palii come maestro di campo e giudice di sfilata (tra le sue iniziative il premio nazionale al miglior cavaliere d’Italia). La Sagra delle Castagne di Soriano, infatti, si configura come un evento di rievocazione storica in grado di attirare attenzione e visitatori da tutta Italia e oltre, grazie anche a una costante presenza sui media: quest’anno tra i giornalisti che seguono la manifestazione c’è l’inviata Rai Roberta Cannata, che cura la realizzazione di più di un servizio sulla festa.

Dopo il primo weekend, la Sagra delle Castagne prosegue giovedì 14 ottobre alle ore 10.30, nella sala consiliare del Comune, con la presentazione di “Vestimenta Historiae”, workshop avanzati di costumistica storica. Alle 21.30 in Piazza Vittorio Emanuele va in scena la commedia “Storia di fanti, sottane e briganti”, farsa storica in due quadri con regia di Maurizio Annesi (ingresso in tribuna 4 euro, biglietti acquistabili online su www.sagradellecastagne.com). L’intera giornata di venerdì 15 ottobre, in sala consiliare, è interessata dal convegno “Figliuol de l’Orsa. Vesti e armi nell’età di Dante e Niccolò III Orsini”, incentrata sulla relazione tra il poeta e la società italiana dell’epoca. In serata, alle 21.30, esibizione in piazza del Gruppo Storico Spadaccini del Rione rocca (ingresso in tribuna 2 euro).

Nella mattina di sabato 16 ottobre è in programma la visita guidata agli scavi del sito di San Valentino (accesso con green pass e prenotazione obbligatoria ai numeri 0761.748871 o 349.8774548; orario visita gruppi ore 10, 11, 12, costo 6 euro incluso ingresso al Museo Civico). Alle 16 in Piazza Vittorio Emanuele si esibiscono i Giovani Sbandieratori e Musici della Nobile Contrada Trinità (ingresso tribune 2 euro). Alle 18 in sala consiliare conferenza su “La battaglia della Sanguetta nella disputa tra Borgia e Orsini”, relatore M. Fanti. Alle 21.30 in piazza “La strega a modo nostro”, esibizione dei musici della contrada Papacqua e a seguire “Notte di leggenda tra suoni e fiamme” a cura del rione San Giorgio (ingresso tribune 4 euro).

La Sagra delle Castagne 2021 si conclude domenica 17 ottobre con due importanti appuntamenti. Al mattino (ore 10.30) il Cinema Florida ospita il Premio Nazionale Vojola d’oro, che Soriano assegna a personaggi originari del paese o ad esso legati particolarmente distintisi in vari settori. Quest’anno il riconoscimento è assegnato al giornalista Antonio Agnocchetti, organizzatore del Premio Nazionale Pietro Calabrese dedicato a calcio e giornalismo sportivo, all’attore Massimo Wertmüller, ormai sorianese d’adozione, ad Alvise Clarioni, ortopedico e primario negli ospedali di Colleferro e Paletrina e medico della Nazionale italiana di beach soccer. Presenta la cerimonia Valeria Biotti, giornalista e scrittrice. Nel pomeriggio gran finale con il Corteo Storico “Soriano e i suoi Rioni”, quest’anno ridotto a circa 350 figuranti rispetto agli oltre 700 abituali ma sempre in grado di infondere nel pubblico una grande suggestione.

“Nonostante le difficoltà legate alla pandemia – afferma Antonio Tempesta, presidente dell’Ente Sagra delle Castagne – abbiamo messo su un’edizione ricca di momenti culturali e rievocativi, con punte di eccellenza come il Premio Vojola d’oro. Oltre a riprendere le nostre tradizioni, proseguiamo con decisione nella promozione turistica, con importanti media e giornalisti di primo piano che seguono gli eventi. Trasmettiamo gli appuntamenti anche in streaming e raccomandiamo ai visitatori di partecipare alla Sagra nel rispetto delle norme anti Covid-19”.

Per le manifestazioni in piazza, le tribune sono a capienza limitata e non sarà possibile assistere in piedi senza aver acquistato il biglietto. Si potrà inoltre mangiare nelle taverne delle contrade solo su prenotazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui