Meloni non condanna i fascisti e vola in Spagna con i nostalgici del dittatore Franco

45

La capa di Fratelli d’Italia, nonostante l’evidenza, ha detto di non conoscere la matrice (fascista) dell’assalto alla Cgil ma è andata ospite degli estremisti di destra di Vox che adorano il dittatore sanguinario

 

A parole Giorgia Meloni dice di essere contro tanti ‘ismi’ ma si guarda bene di definirsi antifascista e a dire che il fascismo du una dittatura sanguinaria e che non vuole fascisti o simpatizzanti fascisti nel suo partito.
Altrimenti chissà che fine farebbe Fratelli d’Italia.
In compenso – rifiutandosi di definire fascista l’assalto alla Cgil commesso da fascisti – oggi era a fare comunella contro il partito di estrema destra spagnolo che è espressione dei franchisti, ossia dei nostalgici della dittatura di stampo fascista di Francisco Franco che ha negato la libertà e la democrazia alla Spagna e agli spagnoli fino a metà degli anni Settanta.

“Oggi Meloni parlava da un posto non qualunque, dal congresso di Vox, il partito neofranchista, il partito che vuole rilegittimare il regime franchista in Spagna.
Meloni era l’ospite d’onore del congresso”. Lo dice il segretario del Pd Enrico Letta ospite di ‘Mezz’ora in più’ su Rai 3.

(Globalist)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui