Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua sostiene e partecipa allo sciopero generale dell’11 ottobre

44

“Siamo convinti che questa pandemia e la crisi che ne è derivata rappresentino uno vero e proprio spartiacque per l’impatto che avrà sulla vita delle persone, sulla società e sull’economia”.

 

Ribadiamo che a nostro avviso si impone una radicale inversione di rotta che metta al centro la tutela dei beni comuni in quanto elementi fondanti le comunità e la società, che garantisca una reale transizione ecologica, un’efficace azione di contrasto ai cambiamenti climatici e il rispetto dei diritti fondamentali per le lavoratrici, per i lavoratori e per la collettività, a partire dal diritto all’accesso all’acqua, dal diritto alla salute, dal diritto ad un ambiente salubre, dal diritto ad un lavoro sicuro e non precario.

Abbiamo avviato un percorso di mobilitazione volto a contrastare la cosiddetta “riforma” del settore idrico contenuta nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che punta al rilancio dei processi di privatizzazione, in particolare nel Mezzogiorno.

L’11 ottobre è stato convocato uno sciopero generale del settore pubblico e privato da parte dei sindacati di base che, tra le altre cose, pone al centro della piattaforma rivendicativa il contrasto alla privatizzazione, alla mercificazione e allo smantellamento dei servizi pubblici essenziali. Ciò costituisce un elemento in diretta continuità con il nostro percorso anche a partire dalla consapevolezza che la privatizzazione ha finora causato una forte diminuizione dei livelli occupazionali, una maggiore precarietà e una minor sicurezza sui posti di lavoro.

Per queste ragioni il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua intende sostenere lo sciopero generale e partecipare alle manifestazioni territoriali che si svolgeranno in diverse città nella convinzione che sia anche un passaggio utile a stimolare una mobilitazione nel paese.

Per questi motivi il movimento dell’acqua si schiera al fianco delle lavoratrici e lavoratori per esigere che il Governo si muova verso un nuovo modello sociale ed economico basato sulla partecipazione, la tutela dei beni comuni e dell’ambiente e l’alternativa alla ricetta del mercato ad ogni costo.

Roma, 08 Ottobre 2021.

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui