Parla Stefania Ranelletti, candidata al Consiglio comunale di Bracciano per Marco Crocicchi Sindaco

218

Abbiamo rivolto alcune domande a Stefania Ranelletti, candidata al Consiglio comunale di Bracciano per Marco Crocicchi Sindaco

 

Si può presentare, in due battute, per far conoscere agli elettori la sua formazione, i suoi interessi e le attività – studio, lavoro, iniziative nel sociale – in cui è impegnata?

Sono di Roma vivo a Bracciano da quasi 17 anni. Diploma Linguistico, formazione e lunga esperienza nel ramo dell’informatica di circa 15 anni, ho poi iniziato a lavorare nel campo dell’organizzazione degli eventi e, attualmente, mi occupo della gestione amministrativa e organizzativa da Parrucchiera Simona. Sono da molti anni impegnata su Bracciano con

l’Associazione Commercianti per la realizzazione di progetti per incrementare il turismo di qualità e creare quindi indotti importanti per la rete commerciale.

Può parlarci della sua esperienza politica e come si è avvicinata a questo impegno elettorale?

Non ho esperienze politiche precedenti. Ho voluto conoscere Marco Crocicchi diversi mesi fa, dopo un incontro avuto con il consiglio dell’ Associazione Commercianti, richiesto da lui stesso per conoscere meglio le realtà del territorio. Ho deciso di far parte di un percorso di cambiamento per Bracciano, mettendo a disposizione le mie competenze, perché mi sono resa conto che “il coraggio di cambiare” non è solo uno slogan. Marco Crocicchi, quella sera, ascoltò una voce spezzata da tante problematiche, un’Associazione disorientata e provata dalle mille difficoltà ad attivarsi nel proprio territorio. Si è posto in modo propositivo guardando già a possibili alternative e soluzioni da condividere. Il cambiamento può e deve partire da ognuno di noi, in stretta collaborazione con le Amministrazioni si possono raggiungere risultati notevoli e Marco Crocicchi rappresenta questa opportunità

Quali sono gli aspetti del programma elettorale che ritiene fondamentali, quelli che caratterizzano il candidato Sindaco e l’intero gruppo degli aspiranti consiglieri comunali

Un programma elettorale dovrebbe toccare i principali temi che riguardano la vita del paese, le problematiche da risolvere e, soprattutto, le proposte migliorative, i progetti concreti proposti per la valorizzazione delle risorse esistenti sul territorio e la creazione di nuove opportunità. Un candidato Sindaco è un cittadino presente , che conosca il territorio e le sue potenzialità, che si sappia circondare, all’interno del gruppo , di persone preparate e . La visione di insieme e la capacità di programmazione a medio e lungo termine sono fondamentali per portare avanti un programma funzionale e innovativo.

Vorremmo ora farle alcune domande su due argomenti a lei cari: Turismo e commercio, due leve essenziali per l’economia di Bracciano e di tutto il territorio.

Quali sono gli elementi critici, e quali le azioni da intraprendere?

Come detto precedentemente, è molto importante una visione d’insieme e una programmazione a medio e lungo termine, maggiormente in ambito turistico. Per valorizzare e rendere attrattivo questo luogo, è necessario pianificare una serie di attività che coinvolgano non solo Bracciano, ma che siano in sinergia con un territorio più ampio, coinvolgendo i comuni limitrofi e realizzare, quindi, un sistema turistico che possa realmente contribuire alla crescita e allo sviluppo della rete commerciale e professionale.

Questo percorso va portato avanti, coinvolgendo tutte le realtà associazionistiche e private locali, che si spendono da sempre per il nostro territorio.

Pensa che esista un problema di carenza di ricettività, oppure occorra prioritariamente adottare scelte che incentivino un turismo meno saltuario e concentrato nei mesi estivi, ma distribuito anche in primavera e autunno? E quali sarebbero queste scelte?

Bracciano, a mio avviso, deve continuare a sviluppare un’accoglienza misurata e rispettosa dell’ambiente, sicuramente non vedo nel futuro del nostro territorio la nascita di mega strutture, piuttosto la creazione di Alberghi diffusi, B&B, case vacanze, agriturismi, insomma tutte quelle strutture che possano far vivere al nostro turista un esperienza autentica, questo è il valore aggiunto di un paese come Bracciano. Per allungare la stagione turistica punteremo fortemente sullo sport e su eventi culturali di qualità, grandi manifestazioni distribuite nell’arco dell’anno potranno sicuramente contribuire. 

Come occorre muoversi per costruire una offerta turistica più allettante e di territorio?

Avendo la fortuna di vivere in territorio che offre tante opportunità diverse in un raggio molto breve, bisogna sicuramente creare un protocollo d’intesa con i comuni a noi limitrofi, mettere a sistema le varie attrattive e opportunità. Unitamente va creata una stretta collaborazione con i privati affinché si possano creare, anche con percorsi agevolati, le strutture e le competenze, per accogliere al meglio chi verrà a visitarci.

Redazione L’agone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui