Canarie: il vulcano di Las Palmas non si placa, 5.000 evacuati 

377

Il vulcano Cumbre Vieja, sull’isola di Las Palmas, alle Canarie, ha eruttato provocando un’enorme colonna di fumo.

Sull’isola è stata istituita una zona di alienazione, per evacuare la popolazione locale e prevenire l’ingresso nel lembo di territorio più a rischio.

Più di 5.000 persone nella parte meridionale dell’isola sono state evacuate.

L’eruzione è stata preceduta da un piccolo terremoto che è stato sentito soprattutto nella zona di Las Manchas a El Paso.

Lo sciame sismico provocato da attività vulcanica era iniziato una settimana fa e aveva messo in allerta diversi comuni sull’isola delle Canarie.

Da quando è iniziato questo fenomeno, l’Istituto geografico nazionale ha registrato più di 6.600 piccoli terremoti nell’area di Cumbre Vieja, a sud della Palma.

Le autorità avevano dichiarato nei giorni scorsi il livello di allerta “giallo” (ovvero il secondo su quattro) per i comuni di Fuencaliente, Los Llanos de Aridane, El Paso y Mazo, dove risiedono circa 35.000.

Il premier spagnolo Pedro Sánchez si è recato a La Palma, aggiungendo che il suo viaggio negli Stati Uniti per l’Assemblea generale dell’ONU verrà posticipato.

“Tutto sta andando secondo i piani – dice – e quindi la cosa più importante è garantire la sicurezza dei cittadini della Palma che potrebbero essere colpiti dall’eruzione”.

I sismologi preannuciano che il vulcano potrebbe rimanere attivo per mesi, per il momento i voli da e per le Canarie continuano regolarmente,

(Euronews)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui