Virginia Raggi: “Giro la città e i cittadini sono contenti. Vaccini? Non accetto lezioni da Zingaretti”

59

La sindaca: “I sondaggi mi danno in ascesa”

Su vaccini e prevenzione, Virginia Raggi sa quel che fa, con o senza vaccino.

Contagiata negli ultimi mesi e presa di mira per non essersi esposta sul tema, non le manda a dire al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.  L’occasione arriva ai microfoni di Radio Capital, dove questa mattina era ospite la Sindaca. “Seguo le prescrizioni mediche e mi fido dei dottori che stanno valutando cosa fare con il vaccino e quando fare. Io credo che la sanità sia una cosa seria di cui devono trattare i medici e non i politici che non devono avventurarsi in terreni che non sono i propri”, così è intervenuta ospite a “The Breakfast Club”.

Una sicurezza che sfoggia anche per quanto riguarda gli elettori, a poche settimane dalle urne. “I sondaggi? Mi danno in ascesa. Ogni settimana continuo a salire. Poi io giro la città e sento i cittadini che sono contenti. Il nostro programma non può che partire dal lavoro fatto in questi anni, la ricostruzione della macchina amministrativa, il riavvio delle gare e di tutti quei servizi che nella città mancavano da anni”.

Trasporti, rifiuti e verde pubblico: i romani bocciano Raggi. Lo dice il Comune di Roma

Inevitabile passare al tema rifiuti. “Anche sui rifiuti non solo abbiamo sistemato i conti dell’azienda Ama, dopo 13 anni di falsi bilanci ma abbiamo fatto partire l’assunzione di operai e spazzini, che non venivano assunti dal 2009. Siamo indignati per una regione che a differenza delle altre non ha collaborato sui rifiuti per gli interessi dei cittadini. La Regione Lazio ha due impianti di smaltimento, contro i 20 e i 30 impianti di altri territori. Gualtieri dice che non ha una soluzione per i rifiuti, gli altri avversari non hanno il coraggio dire che le discariche in città non ci sono. Michetti non ha mai avuto esperienza nell’amministrazione e si vede, scappa da ogni confronto. Dà sempre risposte teoriche senza riscontri pratici. Anche Gualtieri scappa da ogni dibattito, le sue proposte sono inadeguate. I loro programmi copiati sul mio, ma soprattutto danno come obiettivi da raggiungere cose già fatte in questi anni”.

Dopo mesi di attacchi, Virginia Raggi rifiuta di passare per no-vax e rincalza sui trascorsi di Zingaretti, che le punta il dito contro. “Zingaretti mi chiama ni-vax? Io ricordo che Zingaretti nel pieno della pandemia andava a fare aperitivi a Milano per mostrare che il Covid è solo un’influenza. Non accetto lezioni da Zingaretti. Lezioni possiamo darle noi romani a lui”.

(RomaToday)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui