Marco Crocicchi invita l’attuale Sindaco Armando Tondinelli ad un confronto pubblico

139

Marco Crocicchi non segue lo stile di Tondinelli, non risponde a quanto da lui detto nell’evento di apertura della sua campagna elettorale.
Semplicemente lo invita ad un confronto pubblico, dove contano idee e fatti, niente di più.

Ecco la lettera aperta di Crocicchi a Tondinelli 

 

Signor Sindaco,

Ritengo che quanto da Lei dichiarato nell’evento di apertura della sua campagna elettorale sia una grande dimostrazione di debolezza. Mi spiace deluderla ma non farò il suo stesso errore. Non qui. Non ora.

Se avessi voluto rispondere per le rime, appiattendomi sulla sua strategia, alla quale è rimasto a tutt’oggi fedele, non avrei che l’imbarazzo della scelta.

Ma non mi abbasserò al suo livello. Ho troppo rispetto per me stesso e per gli elettori tutti.

Non parlerò di congiuntivi sbagliati o di tragicomici camping.

Non parlerò di chi c’è stato, c’è o ci sarà dietro di Lei.

Non citerò altri personaggi di collodiana memoria, non svelerò il soprannome che la segue come un’ombra da tempi non sospetti.

Non parlerò di coloro che ha voluto allontanare o si sono sono voluti allontanare da Lei in questi cinque anni.

Lei è la causa principale del clima divisivo che domina Bracciano ormai da troppi anni.

Un clima che ha allontanato i cittadini e le Associazioni dalla vita pubblica, dalla politica.

Un clima che si è riflesso negli uffici, un clima di cui ha risentito l’intera comunità.

Lei, riferendosi a me e alla mia autonomia intellettuale e politica, cedendo alla sua datata e ormai nota ossessione compulsiva, può provare ad insinuare ciò che vuole.

Purtroppo per Lei, io posso invece affidarmi a fatti documentati e dimostrabili. Alle vostre bugie, alle vostre scelte sbagliate, alle vostre gravi mancanze, dalle quali siamo partiti per costruire la nostra proposta alternativa, partecipata e di forte cambiamento.

Noi vogliamo scrivere una pagina nuova, affinché quel clima di cui Lei è il principale artefice o quantomeno il principale responsabile, possa rimanere solo una parentesi, un incidente di percorso, un’anomalia passeggera.

E questa pagina la vogliamo scrivere insieme a tutti coloro che vorranno scriverla insieme a noi.

Io, noi, vogliamo parlare di proposte, di programmi, di idee per un cambiamento reale, per vedere realizzata una visione condivisa con i cittadini di ciò che riteniamo debba essere Bracciano.

Vogliamo parlare della città che vogliamo lasciare in eredità a quelle generazioni che Lei ha cancellato dalla sua agenda politica.

Una visione la nostra che, per sua natura, non può che essere alternativa a quella che voi avete adottato in questi cinque anni bui.

Mentre Lei si sta probabilmente occupando di concepire la sua prossima caduta di stile, noi proseguiamo ad andare nei quartieri, nelle frazioni, sul lungolago, in centro, dove stiamo incontrando, anche in questo preciso istante, molti cittadini delusi dalla vostra gestione della cosa pubblica, per raccontare di un programma costruito con loro, per loro e che vogliamo realizzare insieme a loro.

Vogliamo che i cittadini siano messi nella condizione migliore per fare la scelta migliore, sgomberando Bracciano dal clima di caccia alle streghe, veleni e denunce.

Ed è per questo che la invito a dare la sua disponibilità per un confronto pubblico, possibilmente con regole chiare e condivise, gestito da un moderatore equidistante.

A presto

Marco Crocicchi
Marco Crocicchi Sindaco – Il Coraggio di Cambiare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui