I talebani vietano lo sport alle donne

77

“Non è necessario”, dice Ahmadullah Wasiq, numero due della commissione cultura nel nuovo governo ad interim.

 

Alle donne afghane sarà vietato di praticare sport perché giudicato non necessario e inappropriato: lo ha affermato in un’intervista alla tv australiana Sbs Ahmadullah Wasiq, numero due della commissione cultura nel nuovo governo ad interim dei talebani.

“Non penso che alle donne sarà permesso di giocare a cricket perché non è necessario che lo facciano”, ha spiegato. Si potrebbero trovare in una situazione in cui “le loro facce e corpi non siano coperti” e la gente lo vedrebbe grazie a “foto e video”. “L’Islam e l’Emirato dell’Afghanistan non permettono alle donne di giocare a cricket o praticare sport in cui vengono esposte”, ha aggiunto.

I talebani hanno usato fruste e bastoni contro un gruppo di donne che protestavano a Kabul per la mancanza di rapppresentanza femminile nel governo ad interim talebano fatto di soli uomini.

E’ stata la seconda giornata di proteste in Afghanistan dopo l’annuncio del governo talebano: ci sono state manifestazioni in diverse zone di Kabul e nelle province di Parwan, Takhar, Badakhshan e Ghazni, nonostante il divieto esplicito degli studenti coranici a tenere manifestazioni non autorizzate. Nella capitale parte delle proteste sono state realizzate dalle donne che hanno rivendicato la liberta’ come un diritto, protestato contro la loro esclusione dal governo e la reimposizione di un regime di oppressione, come il primo governo dei talebani, tra il 1997 e il 2001.Nel mirino degli studenti coranici anche giornalisti e cameraman che seguivano le manifestazioni: il direttore del quotidiano Etilaatroz, Zaki Daryabi, ha denunciato che 5 dei suoi reporter sono stati fermati e due sono stati picchiati, con decine di frustate sulla testa e la faccia. I giornalisti sono stati poi rilasciati.

(Agi)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui