BIENNALE CINEMA 2021: AL CINEMA PALMA DI TREVIGNANO ROMANO IL PREMIO CARLO LIZZANI

168

78. MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA

 Il Premio Carlo Lizzani è stato istituito nel 2015 dall’ ANAC – Associazione Nazionale Autori Cinematografici per onorare l’insieme dell’opera del grande autore, saggista italiano e il lavoro da lui svolto come socio e presidente dell’associazione per valorizzare tutte le componenti del settore.

L’Edizione 2021 ha premiato gli ”esercenti più coraggiosi” quelli che – come Fabio Palma del Cinema Palma cinema di Trevignano Romano – hanno espresso in maniera più evidente e rapida la volontà di rimettersi in gioco e di riallacciare subito il rapporto con il proprio pubblico dopo il lungo periodo di chiusura dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il Premio Carlo Lizzani è stato consegnato a Fabio Palma e sua moglie Stefania Proietti nel corso di una cerimonia tenutasi oggi a Venezia durante la Biennale del Cinema, alla presenza della dott.ssa Giovanna Pugliese responsabile Area Cinema della Regione Lazio e dell’avvocato Luciano Sovena, presidente della Roma Lazio Film Commission.

“Quando abbiamo fatto la scelta di diventare cinema d’essai nessuno quasi conosceva il nostro cinema – afferma Fabio Palma. Oggi per la mia famiglia è davvero una grande soddisfazione vedere che siamo riusciti a creare un luogo riconosciuto di cultura di qualità, avviando con il pubblico un dialogo costante e recettivo. Ricevere il Premio Carlo Lizzani è per noi motivo di profondo orgoglio e insieme conferma della bontà della strada intrapresa”.

Anche la settima edizione del Premio si è svolta in collaborazione con il Ministero della Cultura e con la Regione Lazio – Roma Lazio Film Commission Insieme al Cinema Palma sono stati premiati il Verdi di Candelo (BI) e il Solaris di Pesaro.

 

CINEMA PALMA – TREVIGNANO ROMANO (RM)

Il Cinema Palma di Trevignano Romano (Rm) è un fiore all’occhiello per il mondo dei cinematografi e un punto di riferimento del cinema di qualità per tutta la Regione Lazio.

Gestito continuativamente da 80 anni dalla famiglia Palma inizia la sua attività grazie al nonno Fabio, che nel 1939 acquistò una macchina da proiezione Balilla e trasformò la falegnameria in una ‘sala per il pubblico’.

Durante la guerra Fabio nascose sottoterra la Balilla; nel 1945 il figlio Fernando la dissotterrò e riaprì il Cinema Palma. Non fu la devastatrice tromba d’aria del 1954 a portare alla chiusura ma, nel 1985 e solo per pochi mesi, le televisioni private.

Nel 1986 infatti il nipote Fabio scommette sulle pellicole di qualità. Una scelta che si conferma vincente: Pupi Avati, Gabriele Salvatores, Gianni Amelio, Francesca Archibugi, i fratelli D’Innocenzo, Michele Placido, Susanna Nicchiarelli, Michelangelo Antonioni, Sou Abadi sono solo alcuni dei grandi registi che qui presentano le loro opere.

Nel corso degli anni il Cinema Palma è stato protagonista del Festival del Corto e del Trevignano Film Fest di cui il 16 settembre prossimo inaugura la X edizione.

PaolaScarsi

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui