Rodini e Cesarini, chi sono le azzurre del canottaggio che hanno vinto (al fotofinish) il primo oro di sempre tra le donne

141

Un oro incredibile, un rush finale da cardiopalma. E che fa la storia dello sport italiano, perché è il primo podio al femminile nella storia del canottaggio italiano.

Il merito è di Federica Cesarini, varesina di 24 anni e alla cremonese Valentina Rodini (26) che nel doppio pesi leggeri delle Olimpiadi di Tokyo 2020 realizzano un autentico capolavoro, con uno sprint mozzafiato: dal quarto posto sono risalite addirittura al primo, battendo la Francia e l’Olanda di pochissimi centesimi.

Com’è andata la gara

La gara è intensissima ed equilibrata dall’inizio: ai 1500 metri le azzurre sono terze, poi sembrano addirittura scivolare al quarto posto con la Romania terza. Poi gli ultimi cento metri sono da brividi e l’Italia non solo si prende il podio ma la medaglia d’oro, proprio sulla linea del traguardo. Incredule Valentina e Federica quando guardano il tabellone con il risultato, nessuno (neanche loro) si aspettavano un’impresa del genere.

Chi sono Rodini e Cesarini, le donne d’oro

Il percorso verso Tokyo di Rodini e Cesarini è stato più che complicato, tra infortuni e il Covid che hanno costretto le due anche a lasciarsi per poter continuare ad allenarsi e non perdere la forma. Poi ai Giochi le due si sono rimesse in barca insieme e hanno vinto gli ultimi Europei a Varese. Da lì è nata la forza per presentarsi alle Olimpiadi e scrivere la storia del canottaggio italiano.

Pietro Ruta e Stefano Oppo, medaglia di bronzo

Ma non c’è solo l’oro, perché pochi minuti prima a Tokyo era arrivato anche un bronzo nel doppio pesi leggeri con il lariano Pietro Ruta e il sardo Stefano Oppo, terzi dietro Irlanda e Germania. I due hanno provato a reggere il ritmo dei primi nei 1000 metri iniziali per poi controllare il terzo posto. Un bronzo quindi mai in discussione.

(Il Messaggero)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui