Morto lo storico e studioso del Novecento Nicola Tranfaglia

70

Si è spento la scorsa notte a 82 anni, in politica con i Comunisti Italiani e Italia dei Valori tra il 2004 e il 2011

 

Lutto nel mondo della cultura. È morto la scorsa notte a 82 anni lo storico Nicola Tranfaglia noto per i suoi studi sul fascismo, neofascismo, sulla storia della stampa, del giornalismo e delle mafie, nonché per la sua esperienza politica con i Comunisti Italiani e Italia dei Valori tra il 2004 e il 2011.
Nicola Tranfaglia nacque a Napoli ma la sua vita accademica si svolse a Torino. Fu inizialmente ricercatore della fondazione Luigi Einaudi, dove diventò allievo dello storico e magistrato piemontese Alessandro Galante Garrone dopo la laurea in Giurisprudenza. Giornalista e scrittore per Repubblica e l’Espresso, diresse anche il Master in giornalismo a Torino.
Nella sua carriera di storico, fu direttore dell’opera collettiva Il Mondo Contemporaneo, edizioni La Nuova Italia (1976-1983) e direttore in collaborazione con Massimo Firpo La Storia, Utet (1981) mentre in collaborazione con Valerio Castronovo diresse La Storia della stampa italiana, Laterza 1976-95.
Per molti anni fu professore ordinario di Storia contemporanea all’Università di Torino ma entrò anche in politica. Dal 2006 al 2008 fu parlamentare con il Partito dei Comunisti italiani e successivamente si iscrisse all’Italia dei Valori, partito fondato dall’ex magistrato Antonio Di Pietro, come responsabile della cultura.

(Globalist)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui