1 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Emergenza rifiuti: cittadini esasperati bloccano la via Tuscolana

Circa 200 i cittadini che hanno dato vita alla protesta nella zona del Quadraro

 

Rifiuti in strada e protesta dei cittadini al Tuscolano al grido de “Il Quadraro non è una discarica“. Sono circa 200 i residenti scesi in strada nel pomeriggio di martedì 13 luglio bloccando la via Tuscolana all’altezza del civico 800 per esprimere il loro dissenso sull’emergenza rifiuti e la mancata raccolta della spazzatura. Diversi gli striscioni esposti con su scritto: “La pazienza è finita” e “Se Ama non pulisce il Quadraro disobbedisce“. Una protesta pacifica, che ha comunque richiesto l’intervento della polizia intervenuta sulla Tuscolana con gli agenti delle volanti e del locale commissariato.

Emergenza rifiuti al Quadraro

Quadraro dove nelle ultime settimane la protesta per la mancata raccolta dei rifiuti non è stata sempre pacifica, con rifiuti e cassonetti dati alle fiamme come accaduto in piazza dei Tribuni. Copione simile in via Columella, a due passi da largo dei Quintili dove la strada, come denunciato da un residente al nostro giornale “è diventata una discarica a cielo aperto”.

“Vorremmo capire se le autorità decideranno di intervenire e prendere posizione. “Siamo stanchi”, le parole di un residente al nostro giornale dopo l’ennesima notte di fuochi e miasmi. Residente del popoloso quartiere di Roma sud est che proprio al nostro quotidiano, sottolinea che da settimane la situazione è insostenibile: “La spazzatura ormai è ai limiti dell’immaginazione e oltre ogni norma sanitaria invade le carreggiate e divampano incidenti in tutto il quartiere. Così viene messa a serio rischio l’incolumità dei cittadini e residenti. Siamo “solo” cittadini, nessun movimento politico. Siamo esausti. Già è stato presentato un esposto ai carabinieri e nella mia autofficina un gruppo di noi cittadini si è riunito per decidere insieme, e pacificamente, cosa fare. Di certo, al momento, Comune, Municipio e Regione non ci hanno affatto filato“.

(RomaToday)

Ultimi articoli