5 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Roma, emergenza rifiuti, la spazzatura non raccolta fa aumentare i roghi

Nell’ultimo episodio al Collatino in via Salvatore Talamo dove, secondo le testimonianze dei residenti, è stato visto un uomo che stava appiccando il rogo

Piromani, residenti esasperati, il caldo che non aiuta. I rifiuti in strada sono benzina per i roghi di cassonetti che in città negli ultimi giorni hanno visto un incremento. Incendi che nella città negli ultimi giorni si stanno ripetendo a macchia di leopardo. Nell’ultima settimana, stando ad un primo report delle forze dell’ordine, sono stati dieci i cassonetti dati alle fiamme nell’ultima settimana. Ma quali sono le cause di questi incendi?

Visto un uomo incendiare cassonetti al Collatino

Che ci sia un’unica regia dietro o che tutti i roghi siano dolosi, è difficile dirlo. Anche visto lo scenario descritto che alimenta – ma non giustifica – l’insofferenza di molti. L’ultimo episodio in ordine di tempo è avvenuto al Collatino, in via Salvatore Talamo. Nella notte del 27 giugno, alle 3:30, tre cassonetti Ama (e i rifiuti in strada) sono stati dati alle fiamme. Un rogo che ha coinvolto anche una Renault Twingo.

A dare l’allarme alcuni residenti che avrebbero visto una persona, un uomo, appiccare il rogo. I vigili del fuoco arrivati sul posto, non hanno però visto nessuno, e al momento parlano di “cause imprecisate”, non sbilanciandosi sulla natura dell’incendio. Del caso se ne occupa la polizia.

I precedenti roghi in città

L’ipotesi dolosa non è l’unica pista battuta dalle forze dell’ordine. Anche perché, i cumuli di rifiuti in strada, sono un innesco perfetto che può prendere fuoco in un battibaleno, anche con una sigaretta spenta male. Nei giorni scorsi, come detto, sono stati diversi i roghi in città. I carabinieri stanno indagando su tre episodi in particolare. Il 26 giugno, ad Ostia, due cassonetti Ama sono andati distrutti dalle fiamme.

Il 25 giugno, in via Marchesa di Barolo, sono stati tre i contenitori Ama distrutti da un rogo che ha coinvolto anche alcune sterpaglie. Il 21 giugno, invece, in via Ettore Rolli un incendio che ha coinvolto due cassonetti ha danneggiato anche una Fiat Panda e una Lancia Musa parcheggiate. Ufficialmente nessuno di questi incendi è stato etichettato come doloso, ma i sospetti restano.

Il video dei rifiuti in fiamme sui social

Nel week end, sui social, ha fatto scalpore anche un quinto episodio, in viale Regina Margherita. In un video diffuso da Welcome To Favelas, si vedono cumuli di rifiuti in fiamme con alcune persone che lottando, per domare il rogo. Un incendio causato da un cassonetto che ha preso fuoco.

(RomaToday)

Ultimi articoli