Fratoianni: “Tra otto giorni si sbloccano i licenziamenti senza che siano state prese contromisure”

79

Il segretario di sinistra italiana: “Da vent’anni l’Italia è devastata dalle politiche che piacciono tanto ai think thank liberisti”

 

Il Segretario di Sinistra Italiana è preoccupato per quello che accadrà il 30 giugno, data in cui  verranno sbloccati i licenziamenti. “Tra otto giorni si sbloccano i licenziamenti senza che sia stata presa alcuna contromisura efficace”, ha detto Fratoianni.
“L’Italia – afferma l’esponente dell’opposizione di sinistra – è prima in Europa per persone in età lavorativa che non lavorano e non cercano lavoro, il 35,9%, ce lo dice il rapporto odierno di Eurostat.
Da vent’anni l’Italia è devastata dalle politiche che piacciono tanto ai Draghi, ai Monti, ai Giavazzi, ai Renzi, ai Berlusconi ai think thank liberisti di casa nostra: politiche che hanno fallito. Eppure si continua sulla stessa strada. E tra 8 giorni – prosegue – si sbloccano i licenziamenti senza alcuna contromisura efficace, al di là di qualche post sui social di esponenti della maggioranza o di qualche comunicato stampa di propaganda per cercare di mettersi la coscienza a posto”.
“Potevano almeno favorire dei pre-pensionamenti, per fare spazio ai giovani. Invece no. E quel numero sembra destinato a salire.
Ma, nonostante questo, si parla solo – conclude Fratoianni – di mascherine all’aperto e di dove si giocano le partite di calcio. Armi di distrazione di massa”.

(Globalist)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui