Migliaia di ulivi sono andati in fiamme nel Salento

106

L’emergenza dura ormai da giorni. Impegnate tutte le squadre e i distaccamenti dei Vigili del fuoco della zona

Ancora una rotte di roghi negli uliveti del Salento. Campi prima disseminati di giganti della terra con le voluminose chiome verdi, poi divenuti distese di piante secche e morenti a causa della xylella, ora lasciano il posto a ettari ed ettari di nero, un pugno negli occhi per turisti e residenti, dall’odore acre di distruzione.

Centinaia di alberi sono andati a fuoco e ridotti in cenere stavolta nelle campagne di Veglie (Le) più a nord della provincia e in quelle di Ugento, a sud, dove si sono registrati gli episodi più gravi.

Tutte le squadre e i distaccamenti dei vigili del fuoco sono state impegnate per ore ovunque, a causa di una serie di roghi di minore entità, si parla di incendi da centinaia di alberi nei casi meno gravi e migliaia in tutti gli altri, anche a Novoli, Carmiano, Lecce, Maglie, Casarano. 

Una vera ‘bomba’ ambientale finita nei giorni scorsi sul tavolo della prefettura di Lecce, un’emergenza che non accenna a placarsi.

(Agi)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui