Netanyahu non ferma la rappresaglia: “Dobbiamo colpire ancora”

72

Il premier ha tenuto una riunione con i vertici del ministero della Difesa ed i capi dello Shin Bet e del Mossad

 

Sono giorni di Guerra nella striscia di Gaza e sembra che non si accenni neanche minimamente ad un “cessate il fuoco”.

Anzi, al momento la dirigenza israeleiana ha respinto tutte le richieste compresa quella del presidente Biden.
Il primo ministro, Benjamin Netanyahu, al termine di una riunione con, tra gli altri, i vertici del ministero della Difesa ed i capi dello Shin Bet e del Mossad ha infattu affermato che non ci sarà uno stop immediato alle rappresaglie belliche degli Israeliani.
“Le istruzioni sono di continuare a colpire obiettivi terroristici” a Gaza. L’Idf lo fa bene. Oggi è stato assassinato un altro alto comandante della Jihad islamica, abbiamo colpito un’unità navale di Hamas e continuiamo a colpire i tunnel sotterranei. Continueremo a fare tutto il necessario per fare in modo di ripristinare la calma e la sicurezza per tutti i cittadini di Israele”, ha spiegato Netanyahu in una dichiarazione.

(Globalist)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui