Roma, manca l’addetto e l’ascensore è spento: disabile bloccato nella metro. Atac: “Obbligati a staccare per legge”

79

“Se la stazione in quel momento non è presidiata, l’impianto va spento. Ci scusiamo con il passeggero per questo disservizio”. Non è la prima volta.

A febbraio un utente, Dario Dongo, era rimasto bloccato a Termini. E ancora prima sulla metro C, e alla fermata di Eur Magliana

Di nuovo un utente diversamente abile che si ritrova bloccato in stazione. È successo alle 13,10 di oggi a Battistini, il capolinea della linea A della metropolitana.

Il paradosso? “L’ascensore funzionava anche”, commenta un passeggero che si è ritrovato ad assistere alla scena. “Ma era spento per mancanza di addetti – prosegue il passeggero, che si è fermato con l’utente diversamente abile, un uomo, per tentare di aiutarlo per quanto nelle sue possibilità – . Non c’erano addetti Atac in stazione in quel momento, ma c’era solo la vigilanza. Che, però, non è autorizzata ad azionare gli impianti”.

E infatti nella sezione “accessibilità e servizi” del sito dell’Atac non è segnalato alcun guasto agli ascensori di Battistini. “La legge ci obbliga a fare così – spiegano dall’Atac -. Se la stazione in quel momento non è presidiata, l’impianto va spento. Ci scusiamo con il passeggero per questo disservizio”.

Purtroppo non si tratta del primo passeggero con difficoltà motorie o disabile che rimane bloccato nelle metropolitane. A febbraio un utente, Dario Dongo, era rimasto bloccato a Termini. Questa volta per un guasto, però. Stava passando dalla linea A alla linea B, per poi rimanere intrappolato nella metro. Per lui, che aveva parlato di “vergognosa discriminazione nei confronti dei disabili” e che aveva presentato più denunce nel corso degli anni, erano arrivate le scuse dell’Atac.

A settembre 2019 Luca Bruzzese era rimasto bloccato sulla metro C, la più nuova. Erano le 20.30 di un normale martedì sera, viaggiava in direzione Pantano e a recuperarlo a Torrenova erano andati il padre e la sorella. Chiamando, però, le forze dell’ordine. E pochi giorni prima era successo lo stesso a Matteo Chittato, studente di Roma Tre che non aveva potuto nemmeno dare l’esame di spagnolo. Perché da Eur Fermi ed Eur Magliana non era riuscito a uscire per tempo, dopo essere rimasto bloccato a causa di un guasto.

(La Repubblica)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui