Claudio Mancini si dimette da tesoriere del PD Roma: “Si apre una nuova fase politica”

132

Il deputato: “L’impegno deve riguardare in piena autonomia il giovane gruppo dirigente che in questi anni si è caricato una eredità politica e gestionale pesantissima”

Claudio Mancini non è più il tesoriere del PD Roma. Il deputato ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni con una lettera indirizzata al Segretario del PD Roma, Andrea Casu e al Presidente Sibi Mani Kumaramangalam.

“Caro Andrea, caro Sibi, quando 20 mesi fa ho accettato la proposta vostra e del Senatore Zanda di fare il Tesoriere della Federazione di Roma sembrava impossibile tenere in piedi la nostra organizzazione ed evitare di portare i libri in tribunale. Invece, ieri, abbiamo chiuso il tesseramento in crescita rispetto allo scorso anno. Nonostante la pandemia abbiamo aperto nuovi circoli e salvato quelli vecchi. I bilanci che abbiamo approvato sono in ordine grazie ai sacrifici compiuti con il piano di risanamento”, si legge nella lettera.

Secondo Mancini, “adesso si apre una fase politica nuova per il partito di Roma con l’indizione delle primarie e l’avvio della campagna elettorale per il comune di Roma. Un impegno che deve riguardare in piena autonomia il giovane gruppo dirigente che in questi anni si è caricato una eredità politica e gestionale pesantissima.
Penso di aver dato il mio contributo in un momento di difficoltà, ma che adesso si debba e si possa tornare alla normalità. Per questo ti rassegno le mie dimissioni dall’incarico di tesoriere assicurandoti il pieno esercizio della gestione corrente fino alla individuazione ed elezione del nuovo tesoriere che possa operare con piena fiducia del Partito come è stato per me in questo breve, ma intenso periodo”.

Dalemiano della prima ora, Claudio Mancini rappresenta uno dei maggiori esponenti del partito democratico a Roma. Ex consigliere regionale, ora deputato, Mancini è stato additato di recente, da Carlo Calenda, come uno degli esponenti del vecchio PD che tiene in scacco la città eterna. Principale sostenitore di Roberto Gualtieri, l’ormai ex tesoriere non ha mai nascosto il proprio tifo per l’ex ministro dell’economia come prossimo sindaco di Roma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui