Il monitoraggio ambientale partecipato a Roma: dalla formazione sull’uso di strumenti low-cost

67

Roma vive oggi una grave crisi ambientale e climatica: la cattiva gestione del verde pubblico, dei rifiuti e delle risorse idriche e l’assenza di una politica efficace in termini di mobilità sostenibile sono alcuni degli elementi visibili di una crisi sistemica derivante dalla mancata progettazione di una città resiliente e sostenibile.

I cittadini e le cittadine di Roma mostrano una grande sfiducia nella capacità delle istituzioni di controllare e preservare le risorse ambientali della città. D’altra parte tale malcontento ha portato ad un aumento delle forme di attivazione sociale e di mobilitazioni in campo ambientale che vanno spesso insieme alla denuncia di un modello sociale ed urbanistico escludente: le periferie spesso sono le prime ad essere sacrificate non solo per mancanza di servizi ma per un abbandono degli spazi verdi e del controllo delle risorse ambientali.

IL PROGETTO

Con l’intento di migliorare la qualità della vita a partire dalle periferie di Roma, A Sud con il sostegno del Programma Periferie Capitale della Fondazione Charlemagne, sta dando il via al progetto RomaUP (Reti Organizzate per Monitoraggio Ambientale Urbano Partecipato), un’iniziativa che mira ad aumentare la capacità di incidenza comunicativa e politica delle realtà attive per la difesa dell’ambiente e degli spazi pubblici nella città di Roma.

Attraverso l’acquisizione di competenze e strumenti per il monitoraggio ambientale partecipato delle matrici acqua, suolo e aria e per mezzo dell’avvio di uno studio pilota di monitoraggio ambientale civico nel fiume Tevere, i comitati di Roma saranno in grado di esprimere con più forza le loro rivendicazioni.

Le attività sono rivolte ad almeno 50 attiviste/i di comitati romani attive/i in campo ambientale e mirano a rafforzare le competenze sulla scienza partecipata (citizen science), sulla strumentazione esistente per svolgere monitoraggio ambientale partecipato, sulla progettazione di interventi e il reperimento di fondi, al fine di immaginare insieme nuovi progetti pilota da mettere in campo.

RomaUP – IL TRAINING

Un percorso formativo  sulla citizen science rivolto a 50 persone della città di Roma appartenenti a comitati, associazioni, o comunque realtà attive sul territorio comunale nell’ambito delle problematiche ambientali, urbanistiche e sociali.

Scarica il programma

OBIETTIVI

Obiettivo Generale

Il progetto vuole aumentare la conoscenza della qualità delle matrici ambientali tra i cittadini romani nonché la capacità di incidenza comunicativa e politica delle realtà attive per la difesa dell’ambiente e degli spazi pubblici nella città di Roma attraverso l’acquisizione di competenze e strumenti per il monitoraggio ambientale partecipato delle matrici acqua, suolo e aria.

Obiettivi specifici

  • Formare e rafforzare la capacità dei comitati romani attivi in campo ambientale di attuare processi di citizen science, progettando e implementando attività di monitoraggio ambientale partecipato.
  • Realizzare un’esperienza pilota di monitoraggio ambientale partecipato e una campagna informativa e di advocacy rivolta ai cittadini e decisori politici.
  • Accrescere le conoscenze sulla citizen science e il monitoraggio ambientale partecipato dei docenti delle scuole della città di Roma.

Due link importanti:

ATTIVITÀ

BENEFICIARI

A Sud

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui