L’Inter è campione d’Italia, migliaia di tifosi in piazza del Duomo a Milano

513

Scudetto numero 19 per il club nerazzurro. Subito dopo il fischio finale di Sassuolo-Atalanta sono cominciati i caroselli, per la questura 30 mila persone in piazza. Il club: “Festeggiate in modo responsabile”. Il presidente Zhang nella sede della società con Marotta e Antonello. I complimenti della Juventus

 

L’Inter è campione d’Italia per la 19esima volta nella sua storia. Lo scudetto arriva con quattro giornate di anticipo, i nerazzurri hanno 82 punti e sono irraggiungibili per le avversarie. La vittoria dell’Inter spezza il lungo dominio della Juve che aveva conquistato gli ultimi 9 scudetti. “Grazie a tutti”, queste le primissime parole del presidente nerazzurro Steven Zhang, che si trova nella si trova all’interno della sede di viale della Liberazione. Con lui anche gli ad Beppe Marotta e Alessandro Antonello, che con il ds Ausilio si sono affacciati dal tetto del palazzo per festeggiare. A Zhang sono arrivati i complimenti del presidente dell’ultimo scudetto prima di questo 19esimo, Massimo Moratti.

Trentamila in strada a Milano

Al fischio finale di Sassuolo-Atalanta è iniziata la festa dei tifosi dell’Inter a Milano per la vittoria dello scudetto. Tra caroselli in auto e bandiere al vento, i fan nerazzurri si sono riversati in strada per celebrare il successo: anche a Piazza Duomo sono arrivati migliaia di tifosi, 30 mila per la questura. “I campioni dell’Italia siamo noi”, “Chi non salta rossonero è” e “Come mai la Champions non la vinci mai” dedicato alla Juventus, sono i cori che stanno accompagnando la festa dei tifosi dell’Inter che si sono radunati in Piazza Duomo, senza rispettare il distanziamento previsto dalle norme anti-Covid, tra sciarpe, coriandoli nerazzurri, bandiere e fumogeni, anche se la stragrande maggioranza dei presenti indossa la mascherina. In lontananza, invece, proseguono i caroselli di chi ha scelto di festeggiare con la propria auto per le vie del centro. Festa dei tifosi nerazzurri anche a Torino: caroselli di auto e clacson in centro, in via Po e corso Vittorio Emanuele II. L’Inter ha invito i tifosi a festeggiare in modo responsabile: “Ora è il momento della festa: di tutti gli interisti. Una gioia che si sprigiona genuina ma che invitiamo a esprimere nella maniera più responsabile possibile: siamo campioni anche in questo!”, ha scritto il club nerazzurro sul suo profilo Twitter.  Alle 22, ora in cui in tutta Italia è scattato il coprifuoco, la polizia è intervenuta con gli agenti in tenuta antisommossa e le camionette in Piazza Cairoli. Non ci sono stati però problemi di ordine pubblico e i tifosi si sono allontanati.

I complimenti della Juventus

I primi a congratularsi con l’Inter sono stati i dirigenti delle squadre avversarie. Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, su Twitter si è rivolto (in inglese) al n.1 nerazzurro Steven Zhang: “Ben fatto Steven! Felice per te e orgoglioso di essere tuo avversario sul campo e amico fuori dal campo”. “Torneremo…”, ha aggiunto rilanciando la sfida per l’anno prossimo.

Complimenti anche dal ds bianconero, Fabio Paratici: “Inter campione d’Italia? Facciamo i nostri complimenti all’Inter e grandissimi complimenti a Conte. Dietro ogni successo ci sono passione, amore per quello che si fa e sacrificio quindi ancora complimenti”. E da Lapo Elkann: “La rivalità sul campo non deve mai oscurare il valore della sportività: complimenti a Conte, Marotta e a tutto il team dell’Inter per lo scudetto. Amare la Juve significa anche rispettare gli avversari”.

“Lo scudetto è un segnale di ripartenza”. Così l’ex ct azzurro ed ex allenatore dell’Inter, Marcello Lippi, sul 19° scudetto della squadra nerazzurra. “Bravo Conte – prosegue Lippi – che in due anni ha costruito una squadra a sua immagine. Sono convinto che il prossimo anno farà bene anche a livello internazionale”.

Complice il fatto di non aver giocato e di poter attendere il risultato di Sassuolo-Atalanta per festeggiare, i giocatori nerazzurri protagonisti dello scudetto si sono scatenati sui social. Christian Eriksen ha scritto “Campioni” su Twitter. “Campioni d’Italia 2020-2021”, l’esultanza su Instagram di Lautaro Martinez. “Campioni d’italia! Grazie ai miei compagni di squadra, all’allenatore, al suo staff e al board. Ma soprattutto ai tifosi. Ci avete dato la forza di continuare a spingere! Il vostro supporto significa tutto per noi! Il sogno è diventato realtà”. Su Instagram esulta anche Romelu Lukaku. “Siamo campioni andiamo!”, ha aggiunto.

Vip scatenati. Amadeus: “Grandissimi ragazzi”

E alla certezza dello scudetto è cominciata anche la festa dei tifosi vip. “Grande Conte, grandissimi ragazzi, scudetto strameritato, siamo felicissimi”. Così Amadeus, da sempre tifoso tra i più accaniti dell’Inter. “Siamo in giro in macchina a festeggiare io, Jose, Giovanna e il cane -dice- tutti con le bandiere a fare casino e caroselli in auto. Siamo felicissimi, Forza Inter!”. Tra i politici il primo a complimentarsi, a denti stretti, è stato Matteo Salvini, tifoso del Milan: “Non è facile per me dirlo ma… complimenti all’Inter”. Altri interisti celebri hanno immediatamente dato sfogo alla gioia: “Si va in piazza Duomo viva l’Inter – scrive Gad Lerner – scudetto!”, con tanto di foto con mascherina e bandiera che celebra il titolo numero 19. Anche Enrico Mentana sorride indossando orgoglioso una maglia con il logo dell’Inter: “Nei secoli fedele”. Fa festa per l’Inter anche Valentino Rossi, nonostante il deludente 17esimo posto a Jerez: “Sono contento. Bello e meritato, siamo stati i più forti quest’anno. Complimenti ragazzi, bravissimi – ha aggiunto ai microfoni di Sky Sport – Ha dato gusto quest’anno essere interista”.  “Per me – dice invece il conduttore Nicola Savino – questa è una giornata molto emozionante; penso che il calcio sia pura magia. Gli scudetti, poi, segnano la epoche della vita: i ragazzi gioiscono e fanno commuovere, gli adulti gioiscono ricordando la loro vita”. Al di là del risultato, “il calcio è un legame con l’infanzia ed è per questo gli adulti impazziscono”.

(La Repubblica)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui