In uscita il nuovo libro di Daniele Coltrinari: “Lisbona è un’assurda speranza”

117

Il libro è attualmente in preordine: in questo momento è possibile acquistarlo su questo link https://www.scatoleparlanti.it/prodotto/preordine-lisbona-e-unassurda-speranza/ e prenotare una copia.

Il libro prenotato poi verrà spedito, gratuitamente in tutta Italia appena sarà stampato. La stampa ormai è vicina: tra la seconda e la terza settimana di maggio.

Sinossi di Lisbona è un’assurda speranza

È possibile trasferirsi in una città straniera alla soglia dei quarant’anni per trovare la felicità? Lisbona, con il suo sole scintillante, il cielo terso e immenso, un fiume così grande che sembra un mare e le notti alcoliche nei locali, fa credere che sì, il sogno può avverarsi. Ma col passare del tempo, la capitale lusitana diviene sempre più turistica, perdendo i connotati di “miglior rifugio possibile”. Il protagonista capisce che è giunta l’ora di tornare in Italia per affrontare i propri fantasmi, mentre a Lisbona i suoi luoghi del cuore sono destinati a lasciar spazio all’invadenza degli hotel di lusso. Mudanças – cambiamenti – sembrano demolire le speranze e le utopie degli amici, e non tutti decidono di restare. Lisbona viene dipinta nei suoi tratti onirici e musicali, libertari e multiculturali, senza dimenticare di contrasto le sfumature razziste, classiste e conservatrici. Una cidade che però riesce a mantenere il fascino e l’antico splendore quel tanto che basta per regalare dolci illusioni a chiunque passi di lì, carezzato dalla brisa do oceano.

acquista in preordine una copia di Lisbona è un’assurda speranza attraverso questo link: https://www.scatoleparlanti.it/prodotto/preordine-lisbona-e-unassurda-speranza/         

in questo modo prenoterai il libro che ti verrà spedito (spedizione gratuita in tutta Italia) appena sarà stampato. La stampa del libro è prevista tra la seconda e terza settimana di maggio. 

Breve biografia dell’autore

Daniele Coltrinari è nato a Ciampino (RM) nel 1976 e vive a Bracciano (RM). Giornalista freelance, ha vissuto a Lisbona (città dove torna spesso anche oggi) dall’aprile del 2013 al settembre del 2017, dopo esservi già stato per brevi periodi nel 2008, 2010 e 2012. Torna Ha realizzato reportage sul Portogallo e sulla capitale lusitana su tematiche come politica, cultura e sport, pubblicati da “Pagina99”, “Linkiesta”, “Lettera43”, “Left”, “Il Foglio” e “il Salto”. Dal novembre del 2001 e per quasi vent’anni, è stato un collaboratore storico de L’ Agone. Coautore di Lisbon Storie (2016), il primo documentario sugli italiani che da anni vivono e lavorano a Lisbona, nello stesso anno ha pubblicato C’era una Volta in Portogallo (Tuga Edizioni), un libro di ciclismo, viaggio e avventure. Lisbona è un’assurda speranza (Scatole Parlanti, 2021) è il suo primo romanzo (breve).

www.danielecoltrinari.com  

Twitter @dancoltrinari 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui