Galli rimette al suo posto Bonaccini: “Non faccia politica ipocrita, dei morti non importa a nessuno”

64

In un confronto molto acceso a Cartabianca, il virologo Massimo Galli ha rimbrottato Bonaccini che ha cercato di difendere le scelte politiche delle riaperture

In un accesso confronto a Cartabianca, Massimo Galli si è scontrato con Stefano Bonaccini, che ha teso – per dirla con le parole del medico – una ‘trappola politica’. Il Presidente della Regione Emilia Romagna, che discuteva con Galli che è fondamentalmente contrario a queste riaperture invocate da più o meno tutta le aree politiche, ha chiesto al medico se considerasse ‘Draghi un irresponsabile’.
“Se lei mi vuole costringere a dare giudizi di tipo politico sul Governo, non cado nella sua trappola, perché mantenendo la mia indipendenza di giudizio, non sono stato mai nè allineato con i governi, né allineato con i poteri regionali. I dati parlano chiaro, i calcoli che sono stati fatti non sono stati fatti su base scientifica, se quello che sento anche da chi siede nei comitati scientifici è vero, queste decisioni sono state di tipo politico. Diciamo chiaramente che si è disponibili a vedere qualche centinaio o qualche migliaio di morti in più, è inutile essere assolutamente ipocriti nell’affrontare i problemi”.
Bonaccini, a quel punto cerca di utilizzare una tattica assolutamente politica, chiedendo a Galli “perché è così nervoso?”. Il medico, a quel punto, perde le staffe: “Si vergogni, lei sta utilizzando tutte le piccole armi della politica, veramente si vergogni”.
“Cerchi di dire le cose che sono vere” rincara la dose Galli, “non le cose che fanno comodo alla politica. Lei continua a confondere la politica con il Paese. E guardi che gli italiani se ne accorgono”.

(Globalist)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui