25 aprile 1945 – 25 aprile 2021: anniversario della Liberazione

75

Pubblichiamo un pensiero di Marco Crocicchi sulla festa del 25 Aprile

Sono 76 anni di Festa della Liberazione ma è sempre una festa giovane, perché è giovane lo spirito che la anima.

Per la storia, 76 anni fa gli italiani festeggiavano la liberazione; festeggiavano, in piazza e per strada, la resa dei nazisti occupanti e la fine di quel fascismo repubblichino che esercito di Hitler e milizie di Mussolini proteggevano con le armi e con le terribili rappresaglie verso donne e uomini combattenti per la libertà e, indiscriminatamente, verso intere popolazioni inermi.

Perché ancora oggi è importante celebrare la liberazione?

Però è anche una data simbolo che va ben oltre l’evidente significato storico; è una data che spiega soprattutto alle giovani generazioni, che non hanno vissuto quel momento neanche attraverso il racconto dei propri genitori o dei propri nonni, che c’è un baluardo invalicabile a difesa della libertà di ciascuno di noi, che nessuno può pensare di violare: la nostra democrazia, nata anche dal sangue versato dal popolo italiano.

Questa convinzione profonda del valore indispensabile della democrazia è fonte di costante ispirazione per la nostra proposta di amministrazione della cosa pubblica, fondata sulla partecipazione dei cittadini.

Proprio ciò che volle affermare con forza quel 25 aprile di tanti anni fa e proprio ciò che intendiamo festeggiare oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui