Scontri tra palestinesi e israeliani a Gerusalemme, oltre 100 feriti

56

I dimostranti arabi si sono confrontati con 300 attivisti ebrei del gruppo di estrema destra Lehava. Durante i tafferugli sono stati appiccati roghi nei pressi della Porta di Damasco

Oltre 100 persone sono rimaste ferite in scontri verificatisi nella notte a Gerusalemme, nella città vecchia, secondo fonti mediche e delle forze dell’ordine. Nei pressi della Porta di Damasco, manifestanti palestinesi si sono scontrati con 300 attivisti ebrei del gruppo di estrema destra Lehava, che marciavano al grido di ‘morte agli arabi’. La polizia ha cercato di tenere divisi i due gruppi usando anche i lacrimogeni e gli agenti hanno caricato i palestinesi che li avevano bersagliati con i sassi, secondo il Times of Israel.

La Mezzaluna Rossa palestinese ha denunciato almeno 105 feriti tra i palestinesi, di cui 22 ricoverati in ospedale. Secondo la polizia anche 20 suoi agenti sono rimasti feriti, mentre 44 persone sono state arrestate.

Da alcuni giorni, Gerusalemme è teatro di violenze e scontri dopo aggressioni reciproche tra ebrei e palestinesi che, filmate e postate sui social, hanno infiammato gli animi nella città contesa

(Agi)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui