Assaggio d’estate nel weekend, ma da lunedì nuove perturbazioni 

65

L’Italia vivrà la Festa della Liberazione con il bel tempo da Nord a Sud: picchi fino a 25 gradi in Emilia e Toscana e anche oltre in Sardegna. Ma poi la primavera tornerà instabile e le temperature crolleranno 

Sarà un fine settimana all’insegna del sole prevalente e delle temperature in aumento. Il team del sito ilMeteo.it informa che sabato 24, fatta eccezione per le ultime piogge al Sud, il sole sarà prevalente e il clima già mite sul resto delle Regioni. I valori termici accarezzeranno facilmente i 22 C su molte regioni.

Domenica 25, grazie all’influenza dell’anticiclone africano, l’Italia vivrà la Festa della Liberazione con il bel tempo da Nord a Sud, ma soprattutto con un clima quasi estivo. Le temperature sono destinate a salire ulteriormente raggiungendo picchi di 23-24 C in Piemonte, Lombardia, Veneto, fino a 25 in Emilia e Toscana e oltre questa cifra in Sardegna.

Ma questa fase stabile, soleggiata e calda è destinata a terminare già da lunedì 26 aprile, quanto meno al Nord. Con l’inizio della prossima settimana una serie di perturbazioni atlantiche minacceranno dapprima le Regioni settentrionali e poi parte di quelle centrali, facendo crollare ancora una volta oltre che i termometri anche le speranze di una primavera più stabile.

Nel dettaglio, venerdì 23. Al nord: soleggiato e mite. Al centro: piovaschi su Abruzzo, Molise e temporali in Sardegna, sole altrove. Al sud: maltempo diffuso, forte in Calabria. Sabato 24. Al nord: bel tempo e clima mite. Al centro: soleggiato. Al sud: al mattino ultime piogge, poi migliora. Domenica 25. Al nord: soleggiato e caldo. Al centro: bel tempo, caldo. Al sud: tutto sole e clima mite. Da lunediì 26 tornano le perturbazioni atlantiche.

(Agi)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui