Coronavirus, al via la vaccinazione nelle carceri del Lazio per polizia penitenziaria e detenuti

60

L’assessore regionale alla Sanità, D’Amato: “Da oggi, 22 aprile, in pochi giorni completeremo le operazioni con il vaccino Moderna”

Sono partite oggi, 22 aprile, le attività di vaccinazione riservate alla Polizia Penitenziaria e i detenuti degli Istituti di pena di tutto il territorio della Regione Lazio. 

“In pochi giorni”, ha fatto sapere l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, “completeremo le operazioni con il vaccino Moderna. Ringrazio tutti i nostri operatori sanitari e le Uscar per l’impegno straordinario e l’efficienza dimostrata e la collaborazione da parte del personale dell’amministrazione penitenziaria”.

La notizia è stata commentata dal consigliere regionale Paolo Ciani (Demos), vicepresidente della Commissione Sanità alla Regione Lazio: “È un passo importante che avevo chiesto con forza già nel dicembre scorso e che sono felice si sia finalmente avviato. Bisogna considerare che da oltre un anno le misure di contenimento del Covid hanno accentuato l’isolamento e la riduzione di molte attività di socializzazione, peggiorando la vita quotidiana”, ha scritto in una nota.

La seconda e terza ondata della pandemia, continua “purtroppo non hanno risparmiato i penitenziari, dove si sono registrati diversi casi di contagio e alcuni morti. Il carcere è per definizione uno spazio chiuso e proprio per proteggere tutte le persone presenti (detenuti, agenti, personale civile, personale sanitario), ritengo sia importante che si proceda speditamente con la vaccinazione”.

(RomaToday)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui